Tubi saldati, i compratori europei rinviano gli acquisti

martedì, 27 novembre 2018 15:36:03 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nell'ultima settimana i compratori europei di tubi saldati sono stati perlopiù cauti negli acquisti per via dell'avvicinarsi del periodo festivo e del nuovo anno. Un altro fattore che ha contribuito al rallentamento delle vendite da parte dei produttori di tubi saldati è l'elevato livello delle scorte dei compratori, causato a sua volta dalla debolezza della domanda degli utilizzatori finali. Secondo quanto appreso da SteelOrbis, alcuni compratori hanno perfino chiesto il rinvio delle spedizioni legate ad ordini precedenti. 

In queste circostanze, i produttori hanno ridotto leggermente i prezzi. Attualmente un produttore bulgaro di tubi saldati offre tubi ERW a norma EN 10219 a 580-585 €/m franco produttore, prezzi che evidenziano un calo di 10 euro rispetto ad una settimana fa. Per il momento, lo stesso produttore non è disposto a soddisfare le richieste di un ulteriore riduzione dei prezzi. 
Il produttore in questione offre tubi saldati verso la Germania a 615-620 €/m CPT, verso l'Ungheria a 5955-600 €/m CPT, verso l'Australia a 605-610 €/m CPT, verso la Romania a 585-590 €/m CPT e verso Belgio e Paesi Bassi a 635-645 €/mt CPT. Infine, le sue offerte per Repubblica Ceca, Polonia, Croazia e Slovacchia sono a 620-630 €/t CPT, mentre quelle destinate in Slovenia si attestano a 625-635 €/t CPT. 

Nel frattempo, secondo i dati forniti dalla Commissione Europea, le quote relative alle importazioni di tubi saldati e tubolari strutturali sono state consumate per il 60% e per il 78% rispettivamente. Pertanto, ci si aspetta che i volumi di importazione in Europa raggiungano livelli molto bassi entro poche settimane. 


Ultimi articoli collegati

Canada: possibile estensione dei dazi antidumping e antisussidi sugli OCTG dalla Cina

Invariato il prezzo di riferimento del ferrocromo in Europa

Francia, import/export siderurgico in forte calo nel periodo gennaio-maggio

Turchia: dazio aggiuntivo sulle importazioni di alcuni prodotti in acciaio

Tata Steel, i lavoratori di IJmuiden sospendono lo sciopero