USA: prezzi del rottame probabilmente in calo a giugno

mercoledì, 05 giugno 2019 11:01:28 (GMT+3)   |   San Diego
       

Negli Stati Uniti i prezzi del rottame potrebbero calare di 10-20 dollari nel corso di giugno. È questa la previsione della maggior parte degli operatori locali, a fronte sia di un lieve eccesso d'offerta sia, soprattutto, dell'attuale trend ribassista dei prezzi dei prodotti finiti. 

«I prezzi del finito sono scesi ai livelli di fine 2016 - ha sottolineato una delle fonti interpellate -. Ciò limita le probabilità che le quotazioni del rottame possano risultare stabili o addirittura crescere nei prossimi mesi».

Di diverso avviso Lourenco Goncalves, CEO di Cleveland-Cliffs, il quale nel corso di un'intervista ha dichiarato che le scorte dei centri servizi sono basse e che ogni anno negli USA i prezzi dei prodotti finiti e del rottame subiscono diminuzioni nei mesi di giugno e luglio. Secondo Goncalves, i prezzi dell'acciaio si rafforzeranno nel secondo semestre dell'anno, andando a sostenere le quotazioni della materia prima. 

Sul versante dell'export, i prezzi del rottame destinato in Turchia, che erano cresciuti rapidamente nelle scorse settimane dopo l'abbassamento del dazio statunitense sull'acciaio turco, potrebbero calare altrettanto velocemente nei prossimi giorni. Le quotazioni hanno già subito una correzione, complice l'assenza dei compratori turchi per via delle vacanze di fine Ramadan. 
Nel frattempo, i prezzi del frantumato in container in partenza dalla East Coast con destinazione India, Pakistan e Bangladesh si attestano a 275-280 $/t FAS. 


Ultimi articoli collegati

Cina: produzione di acciaio grezzo in crescita nel 2019

Minerale di ferro in ripresa, cresce la domanda per il materiale di qualità

Tubi saldati, stabili le offerte turche ma con sconti su grossi volumi

India: il rafforzamento della rupia sostiene i prezzi degli zincati a caldo all'export

Rottame, significativo calo del prezzo nell'ultimo scambio USA-Turchia