Turchia, import rottame: in salita i prezzi dalle regioni più vicine

martedì, 12 ottobre 2021 17:35:11 (GMT+3)   |   Istanbul
       

I prezzi del rottame importato dai mercati più vicini alla Turchia hanno registrato un drastico aumento nell'ultima settimana. In termini di quotazioni il sentiment rimane positivo.

SteelOrbis ha appreso che alcune acciaierie nella regione di Marmara hanno acquistato HMS I/II 80:20 proveniente dai paesi dell'Est Adriatico e dalla Romania a 445-453 $/t CFR, in aumento del 7,54% rispetto alla settimana precedente. La situazione è aggravata dalla mancanza di navi in concomitanza con un periodo intenso quanto a scambi per il mercato dei cereali. I costi della logistica sono estremamente instabili.

«Difficile dare una quotazione per i costi di trasporto – ha spiegato una fonte –. Si decide tutto al momento». Anche il piano dell'Ucraina di vietare le esportazioni di rottame è fonte di incertezze per la regione. L'ultima volta che l'Ucraina aveva vietato l’export di rottame, il materiale già caricato sulle navi dovette essere rimosso. Questo precedente spinge le navi a stare lontane dai porti ucraini fintanto che la situazione rimarrà incerta, creando ritardi e interruzioni per gli ordini già conclusi. Secondo un player di mercato, il governo ucraino dovrebbe riunirsi domani, 13 ottobre. Se al termine dell’incontro non seguiranno annunci, allora probabilmente l’Ucraina aspetterà fino al 1° novembre per vietare le esportazioni di rottame

Intanto, il trend rialzista delle quotazioni dalle regioni più lontane dalla Turchia, insieme all’ulteriore aumento previsto per i mercati più vicini, influisce sull’offerta. I venditori non hanno fretta di vendere e le richieste da parte delle acciaierie turche si stanno intensificando. Considerata la scarsità di rottame e i problemi logistici nelle regioni più vicine a Istanbul, nei prossimi giorni il bisogno della Turchia di ricevere carichi da oltreoceano potrebbe aumentare.

Questa settimana, un commerciante di Israele ha venduto HMS I/II 75:25 alla Turchia a 430 $/t CIF, 10 $/t in più rispetto alla settimana precedente. Oggi 12 ottobre, il livello di prezzo accettabile per questo materiale è 445 $/t CIF, tuttavia i fornitori sono restii a concludere nuove vendite.


Articolo precedente

Rottame, scambio franco Baltico chiuso a 366 $/t CFR Turchia

30 nov | Rottame e materie prime

India, importazioni di rottame inattive a causa dell'aumento dei prezzi e del rallentamento del mercato del tondo

30 nov | Rottame e materie prime

Turchia, rottame da cantieristica navale in aumento più marcato

30 nov | Rottame e materie prime

Germania, forte calo nel mercato locale del rottame

30 nov | Rottame e materie prime

Turchia: inizia a salire come previsto il rottame da cantieristica navale

29 nov | Rottame e materie prime

Polonia, prezzi locali del rottame in leggero calo a causa del commercio più lento

29 nov | Rottame e materie prime

Giappone: export rottame in calo nel periodo gennaio-ottobre

29 nov | Notizie

Turchia, rottame: prezzi franco USA a 360 $/t CFR, offerte in rialzo

29 nov | Rottame e materie prime

Turchia, rottame: prezzi import ancora in aumento, si rafforza il mood rialzista

28 nov | Rottame e materie prime

Turchia, rottame “deep sea” in rialzo nell’ultimo scambio col Regno Unito

25 nov | Rottame e materie prime