Turchia: cresce ancora il prezzo del rottame proveniente dalla regione baltica

lunedì, 26 ottobre 2020 13:27:44 (GMT+3)   |   Istanbul
       

I prezzi del rottame proveniente dalla regione baltica hanno fatto segnare un nuovo rialzo in uno scambio reso noto oggi, 26 ottobre.

Un'acciaieria della regione turca di Iskenderun ha acquistato 25.000 tonnellate di HMS I/II 80:20 al prezzo di 292,5 $/t CFR, 5.000 tonnellate di frantumato a 297,5 $/t CFR e 5.000 tonnellate di bonus scrap a 302,5 $/t CFR. Prima di questa transazione, in data 23 ottobre c'erano stati rumor di scambi nei quali l'HMS I/II 80:20 aveva raggiunto quota 291,5 $/t CFR Turchia. 

Secondo alcune fonti, dopo gli ultimi rialzi i prezzi del rottame dovrebbero rimanere stabili in Turchia per un po' di tempo. Altre fonti ritengono invece che si sia spazio per ulteriori lievi aumenti. Nel frattempo, la lira turca si è indebolita ulteriormente, con il cambio USD/TRY che ha toccato oggi quota 8,06. A fronte di ciò, alcune importanti acciaierie locali hanno deciso di alzare i prezzi del tondo per cemento armato. 


Ultimi articoli collegati

Turchia: import di rottame ancora al palo

Turchia: stabili i prezzi del rottame proveniente da paesi vicini

Rottame: prezzo in recupero in uno scambio tra USA e Turchia

Rottame: acciaieria turca ordina da USA e Canada

Rottame: acciaierie turche ordinano da Europa e USA a prezzi inferiori