Turchia, ancora instabile il mercato del rottame di importazione

giovedì, 16 giugno 2022 13:33:01 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Dato che le acciaierie turche non riescono a concludere vendite di acciai finiti nei loro mercati locali e di esportazione, il mood nel mercato del rottame di importazione non è ancora riuscito a stabilizzarsi. Sebbene alcuni fornitori di rottame stiano segnalando che gli acquirenti di altri paesi sono disposti a pagare livelli di prezzo più elevati rispetto alla Turchia, la domanda di rottame delle acciaierie turche è ancora bassa e ogni giorno si cercano quotazioni più basse.

Altre destinazioni sono attive negli acquisti di carichi "deep sea". Un importante fornitore europeo di rottame ha riferito che il Pakistan è tornato sul mercato dopo due anni e che le sue vendite di rottame equivalente all'HMS I/II 80:20 verso la Turchia sono state chiuse a pezzi leggermente al di sopra dei 440 $/ton CFR. SteelOrbis ha appreso che il 14 giugno è stato chiuso un affare col Vietnam per materiale proveniente dallla regione baltica: 20.000 tonnellate di rottame HMS I/II 80:20 a 420 $/ton CFR e 8.000 tonnellate di bonus scrap a $435/ton CFR, con spedizione a luglio. Sono state effettuate diverse vendite a varie destinazioni che stanno dando agio ai fornitori.

Tuttavia, questo non risolve il problema principale del mercato: avendo scorte importanti di materie prime costose, le acciaierie turche non riescono ad abbassare le quotazioni degli acciai finiti. Dopo aver monitorato da vicino il mercato internazionale del rottame, gli acquirenti di acciai finiti ritengono che i prezzi turchi, in particolare del tondo, siano troppo alti. Pertanto, la domanda di tondo non è vivace né nel mercato interno né in quello di esportazione. Anche il mercato degli acciai piani sta subendo una pressione significativa a causa delle scorte di bramme e del rallentamento della domanda. «È improbabile che i prodotti finiti vengano venduti in tonnellaggi importanti prima che il mercato del rottame si stabilizzi», ha commentato una fonte. Anche le billette russe a 580-600 $/ton CFR Turchia stanno esercitando pressioni negative sulle quotazioni del rottame.

Un contatto di SteelOrbis ha dichiarato: «In questo momento, continua la pressione al ribasso. Vedremo cosa accadrà quando gli stabilimenti turchi torneranno ad acquistare rottame a pieno regime. Tra le vacanze estive che si stanno avvicinando e un rallentamento del 70% nel flusso di rottami verso i cantieri di esportazione europei, non sono sicuro di cosa troveranno al loro ritorno». Un venditore ha affermato che la situazione nel mercato siderurgico turco è ancora negativa: «Se le acciaierie turche non vendono acciaio possiamo aspettarci un ulteriore calo dei prezzi». Detto questo, è importante che ci siano grossi venditori che stanno resistendo alle richieste di prezzo dei produttori turchi a 370 $/ton, fornendo come motivazione i propri costi di magazzino e la domanda vivace degli altri mercati. SteelOrbis ritiene che nelle circostanze attuali il mercato turco del rottame di importazione è diventato vulnerabile alle speculazioni ed è meglio che gli operatori del mercato agiscano con cautela.

Nel frattempo, SteelOrbis ha appreso che un carico di HMS I/II 75:25 proveniente da Israele è stato venduto alla Turchia a 355 $/ton CFR. I prezzi del rottame HMS I/II 80:20 rumeno rimangono stabili a 360-365 $/ton CFR. A causa dell'assenza di nuovi accordi, i prezzi di riferimento di SteelOrbis per il rottame HMS I/II 80:20 si attestano ancora a 380-400 $/ton CFR.


Articolo precedente

EUROFER chiede all’UE di includere i rottami nell’elenco delle materie prime critiche

27 gen | Notizie

Giappone, scendono le esportazioni di rottami nel 2022

27 gen | Notizie

Rottame: in Turchia leggero aumento dei prezzi in un altro accordo dagli USA

26 gen | Rottame e materie prime

Stabile il mercato locale del rottame in Italia

26 gen | Rottame e materie prime

Rottame: Turchia acquista rottame dall’UE a 407 $/t CFR, quotazioni deep sea ancora in aumento

26 gen | Rottame e materie prime

India, import rottame: attività in calo, scendono i prezzi

25 gen | Rottame e materie prime

Rottame statunitense: in aumento il numero di trattative in Turchia, i prezzi rimangono stabili

24 gen | Rottame e materie prime

Rottame, dagli Stati Uniti accordo della scorsa settimana concluso a 410 $/t CFR

23 gen | Notizie

Pakistan, rottame: in calo le importazioni a dicembre

20 gen | Notizie

Messico, rottame: in aumento il valore delle importazioni a novembre

19 gen | Notizie