Rottame, lieve rimbalzo dei prezzi in uno scambio USA-Turchia

venerdì, 03 luglio 2020 09:42:03 (GMT+3)   |   San Diego
       

I prezzi del rottame sono cresciuti leggermente nell'ambito di un recente scambio tra Stati Uniti e Turchia, dopo che in data 1° luglio avevano fatto registrare un calo di 5 $/t. 

Secondo quanto appreso da SteelOrbis, un'acciaieria turca ha ordinato 17.000 tonnellate di HMS I/II 80:20 e 13.000 tonnellate di frantumato al prezzo medio di 262 $/t CFR, con spedizione tra la fine di luglio e gli inizi di agosto. Il materiale partirà dal porto di Houston, Texas, dove secondo diverse fonti il prezzo è solitamente di 2 $/t più alto rispetto a quello del rottame in partenza dalla East Coast per una questione di qualità. Sulla base di questa informazione, si stima per l'HMS I/II 80:20 originario degli Stati Uniti un prezzo di 258,5-259 $/t CFR Turchia, in aumento di 2,5-3 $/t rispetto ai precedenti livelli. 

Gli operatori intervistati da SteelOrbis hanno affermato che la notizia dello scambio in questione ha sorpreso il mercato. Allo stesso tempo, hanno evidenziato che di recente l'Egitto ha acquistato significativi volumi di rottame e che ciò potrebbe avere un impatto positivo sui prezzi del materiale più pregiato nel prossimo periodo. 


Ultimi articoli collegati

Turchia: acciaierie alzano i prezzi d'acquisto del rottame

Prezzi del rottame in crescita presso i porti di Los Angeles

Rottame, in Turchia prezzi ai massimi degli ultimi dieci anni

Rottame, il prezzo in Turchia sfiora i 500 $/t CFR

Rottame, fornitori ottimisti dopo due recenti vendite in Turchia