Rottame, i prezzi scendono al di sotto dei 230 $/t CFR Turchia

mercoledì, 18 settembre 2019 17:27:24 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Due acciaierie turche con sede rispettivamente nelle regioni di Marmara e Iskenderun hanno acquistato rottame con provenienza Regno Unito a prezzi decisamente più bassi rispetto ad una settimana fa. Le quotazioni sono scese al di sotto dei 230 $/t CFR, un livello che non si registrava da gennaio 2017. Entrambe le transazioni hanno riguardato HMS I/II 80:20 (37.000 tonnellate in totale) e sono state caratterizzate da un prezzo di 228 $/t CFR. Rispetto all'ultimo scambio relativo a rottame UE, risalente al 13 settembre, i prezzi hanno fatto registrare un calo di 9 $/t. 

Già all'inizio di questa settimana i fornitori europei avevano iniziato ad offrire materiale a prezzi inferiori. Un fornitore ha offerto un carico costituito da 23.000 tonnellate di HMS I/II 75:25, 5.000 tonnellate di frantumato e 12.000 tonnellate di HMS I a un prezzo medio di 230 $/t CFR. Nonostante il carico in questione non includa HMS I/II 80:20, sulla base di questa offerta il prezzo relativo a tale tipologia di materiale è stato stimato in 229,25 $/t CFR. Un altro fornitore europeo ha offerto HMS I/II 75:25 a 228 $/t CFR. A questo corrisponderebbe un prezzo dell'HMS I/II 80:20 pari a 231-232 $/t CFR. 

I fornitori della regione baltica offrono HMS I/II 80:20 con destinazione Turchia a un prezzo di 235 $/t CFR. Tuttavia, le acciaierie turche hanno presentato proposte irrevocabili d'acquisto al livello di 225 $/t CFR sia per il rottame proveniente dalla regione baltica sia per quello proveniente dall'UE in generale. Rispetto all'inizio di questa settimana, gli acquirenti turchi hanno abbassato di 5 $/t le proprie offerte d'acquisto, secondo quanto appreso da SteelOrbis.

Nel frattempo, i fornitori statunitensi appaiono silenziosi. I prezzi del rottame dovrebbero calare ancora a ottobre negli USA dopo aver subito forti diminuzioni a settembre. Inoltre, si prevede un incremento dei volumi offerti all'esportazione. Attualmente, secondo le stime, l'HMS I/II 80:20 statunitense dovrebbe attestarsi a 230-235 $/t CFR Turchia. 

«Si registra ancora tensione tra fornitori e compratori - ha commentato un operatore -. Ma il numero delle offerte sta calando e i fornitori stanno offrendo materiale solo dinnanzi a veri acquirenti». Alcune fonti ritengono che si possa assistere a un'inversione del trend dopo l'81ª conferenza di IREPAS e SteelOrbis, che si terrà a Düsseldorf all'inizio della prossima settimana. Allo stesso tempo diversi operatori sono dell'idea che i prezzi scenderanno ulteriormente. 


Ultimi articoli collegati

Rottame, prezzo in aumento in uno scambio Canada-Turchia

Cresce il prezzo del rottame in nuovo scambio tra Regno Unito e Turchia

Rottame: nuovo scambio USA-Turchia, prezzi ancora forti

Acciaieria turca ordina rottame dall'UE

Rottame, acciaierie turche acquistano rottame statunitense