Minerale di ferro, prezzi in rialzo in apertura di settimana

lunedì, 29 aprile 2019 17:35:52 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Dopo essere calati la scorsa settimana, i prezzi del minerale australiano con un contenuto di ferro pari al 62% sono aumentati di 0,47 $/t nel primo giorno di questa settimana, raggiungendo i 93,49-94,59 $/t CFR Cina. 

Il minerale di ferro ha aperto la scorsa settimana con quotazioni in aumento dopo l'annuncio da parte del governo cinese di un maggiore sostegno da parte sua all'economia nazionale, nonché per via dei timori di una riduzione della disponibilità della materia prima dopo l'attuazione di misure contro l'inquinamento nella provincia di Tangshan. Ciononostante, i compratori del prodotto finito hanno adottato un atteggiamento attendista nella seconda metà della scorsa settimana per via dell'avvicinarsi della stagione estiva, periodo in cui tradizionalmente si assiste ad un rallentamento delle attività. Inoltre, i mercati cinesi dei future sull'acciaio hanno fatto registrare ribassi. Di conseguenza, le quotazioni del minerale di ferro hanno chiuso la settimana in ribasso. 

I produttori cinesi di acciaio liquido, nell'aumentare le produzioni in vista delle festività dell'1-5 maggio, hanno anche incrementato le attività di ricostituzione scorte. Per questo motivo, i prezzi internazionali del minerale hanno fatto segnare un rialzo oggi 29 aprile. Secondo le fonti intervistate, i produttori siderurgici cinesi intendono aumentare le proprie scorte di materie prime prima dell'inizio delle piogge monsoniche. 

Le stesse fonti si aspettano che le attività di ricostituzione scorte verranno quasi completate dopo le festività del 1° maggio, pertanto prevedono un rallentamento della domanda globale di minerale ferroso.


Ultimi articoli collegati

Vale aumenta il livello di rischio nella diga Sul Inferior

USA: rallenta la produzione di acciaio grezzo nell'ultima settimana

USA: prezzi degli zincati a caldo invariati ma potrebbero calare a febbraio

JSW rimanda il completamento dell'espansione produttiva a Dolvi

Billette, previsto un aumento delle vendite dall'Iran