Minerale di ferro, prezzi in rialzo a inizio settimana

mercoledì, 05 giugno 2019 10:01:46 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Dopo aver chiuso la scorsa settimana in ribasso, i prezzi del minerale australiano con un contenuto di ferro pari al 62% sono cresciuti di 1,26 $/t nel primo giorno di questa settimana, raggiungendo 98,36-99,45 $/t CFR Cina. 

In data 27 maggio, Vale ha dichiarato che la sua miniera di Soco potrebbe crollare in qualsiasi momento. L'annuncio ha contribuito ad alimentare i timori legati alla carenza d'offerta sul mercato globale ed è per questo che le quotazioni del minerale hanno fatto registrare un forte rialzo nel primo giorno della scorsa settimana. Nei giorni successivi, invece, i prezzi si sono mossi verso il basso. 

Helen Lau, analista di Argonaut Securities a Hong Kong, ha parlato di prospettive negative per la domanda di acciaio. L'attività industriale in Cina si è ridotta più del previsto lo scorso mese e Pechino sente l'urgenza di fornire nuovi stimoli all'economia del paese, che sta soffrendo anche degli attriti commerciali con gli Stati Uniti. 
Lau ha sottolineato che il PMI nel settore siderurgico cinese è calato di pari passo con il PMI del settore manifatturiero. La sua aspettativa è che la redditività delle aziende siderurgiche possa deteriorarsi rapidamente. 
Nel frattempo, i commodity strategist di ANZ hanno scritto in una nota che sul mercato del minerale ferroso crescono di giorno in giorno le probabilità che i problemi legati all'offerta possano durare più del previsto. 


Ultimi articoli collegati

Cina: produzione di acciaio grezzo in crescita nel 2019

Minerale di ferro in ripresa, cresce la domanda per il materiale di qualità

Tubi saldati, stabili le offerte turche ma con sconti su grossi volumi

India: il rafforzamento della rupia sostiene i prezzi degli zincati a caldo all'export

Rottame, significativo calo del prezzo nell'ultimo scambio USA-Turchia