Minerale di ferro, prezzi in calo in apertura di settimana

lunedì, 11 marzo 2019 18:25:47 (GMT+3)   |   Istanbul
       

La scorsa settimana i prezzi del minerale australiano con un contenuto di ferro pari al 62% sono calati nel complesso di 1,84 dollari, mentre oggi 11 marzo hanno fatto registrare un calo di 2,33 $/t, aprendo la settimana corrente a quota 82,86-83,96 $/t CFR Cina. Nel frattempo, i prezzi del minerale brasiliano con un contenuto di ferro del 65% sono scesi di 1,38 dollari, a 95,41-96,41 $/t CFR Cina. 

La domanda di minerale di ferro in Cina si attesta ancora a livelli medio-bassi a causa del forte rialzo dei prezzi, determinato a sua volta dal restringimento dell'offerta dopo il crollo della diga di Vale in Brasile. A febbraio, le spedizioni di minerale di ferro australiano verso la Cina sono diminuite del 5% rispetto a gennaio. Un altro importante motivo della debolezza della domanda di minerale ferroso in Cina è rappresentato dalle misure ambientali messe in campo dal governo centrale. A Tangshan, la principale città siderurgica cinese, sono state estese a tempo indefinito le misure di allerta di livello più alto, mentre è stato stabilito che le acciaierie dovranno ridurre la produzione del 40%. La domanda di minerale è pertanto sotto pressione in Cina.

La produzione di minerale ferroso è diminuita in Brasile a causa dell'inasprimento delle misure di sicurezza nel settore minerario, tuttavia i produttori siderurgici cinesi hanno ridotto i loro ordini di minerale. Alle attuali condizioni di mercato, i prezzi globali del minerale di ferro dovrebbero continuare a subire oscillazioni nel breve termine. 


Ultimi articoli collegati

Cina: produzione di acciaio grezzo in crescita nel 2019

Minerale di ferro in ripresa, cresce la domanda per il materiale di qualità

Tubi saldati, stabili le offerte turche ma con sconti su grossi volumi

India: il rafforzamento della rupia sostiene i prezzi degli zincati a caldo all'export

Rottame, significativo calo del prezzo nell'ultimo scambio USA-Turchia