Minerale di ferro, i prezzi scendono al livello più basso degli ultimi quattro mesi

lunedì, 12 marzo 2018 17:35:17 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Dopo aver fatto registrare un trend ribassista la scorsa settimana, i prezzi del minerale australiano con un contenuto di ferro pari al 62% sono calati di ulteriori 0,2 $/t oggi 12 marzo, aprendo la settimana corrente a quota 69,27-69,92 $/t CFR Cina. 
Intanto, in data 28 febbraio, le scorte di minerale ferroso importato hanno raggiunto i 159 milioni di tonnellate presso i porti cinesi, facendo registrare un incremento del 5,1% rispetto alla fine del mese precedente. 

La debolezza della domanda di acciaio in Cina e il graduale incremento delle scorte di minerale ferroso hanno reso vani gli aumenti di prezzo avvenuti a seguito delle festività di Capodanno. Secondo alcune fonti di mercato, quelli che erano stati registrati tra la fine di febbraio e i primi di marzo erano stati aumenti di prezzo artificiosi. 

Nel frattempo, il significativo calo dei prezzi dei future cinesi sull'acciaio si è ripercosso sul mercato fisico. Alcune fonti sostengono che il dazio del 25% imposto dagli Stati Uniti sulle importazioni di acciaio abbia generato incertezza sul mercato siderurgico globale, contribuendo al forte calo dei prezzi dei future cinesi, mentre altre fonti ritengono che sia stata la debolezza della domanda di acciaio in Cina ad innescare la caduta dei prezzi dei future. Dopo la notizia della firma dei dazi da parte di Trump, si è parlato abbondantemente dei rischi di un guerra commerciale mondiale attraverso l'istituzione di misure protettive analoghe da parte di altri paesi. La maggior prudenza scaturita da tali prospettive ha spinto i compratori cinesi a svendere i contratti future sull'acciaio. In questo contesto, i prezzi del minerale ferroso di importazione sono calati in Cina del 6,75% la scorsa settimana, raggiungendo il livello più basso degli ultimi quattro mesi. 

Mentre ancora si stanno valutando i possibili effetti della decisione dell'amministrazione USA di imporre un dazio del 25% sulle importazioni di prodotti in acciaio, i mercati internazionali seguono da vicino le mosse che alcuni paesi potrebbero intraprendere per essere esentati dalle tariffe in questione. Intanto, se la domanda siderurgica cinese continuerà a deludere le aspettative, ci si aspetta che le ingenti scorte di minerale ferroso nel paese asiatico continueranno ad influenzare negativamente i prezzi. 


Ultimi articoli collegati

Minerale di ferro, prezzi al 14 luglio

Minerale di ferro, prezzi al 7 luglio

Minerale di ferro, prezzi al 30 giugno

Minerale di ferro, prezzi in ripresa alla vigilia delle festività cinesi

Minerale di ferro, prezzi al 23 giugno