Italia: aggiornamento sul mercato del rottame

mercoledì, 11 aprile 2018 14:52:23 (GMT+3)   |   Brescia
       

Questo mese sul mercato italiano i prezzi del rottame hanno subito diminuzioni comprese tra i 5 e 10 euro la tonnellata. Come riportato precedentemente, si tratta di un rifiato fisiologico dei prezzi, che a marzo avevano raggiunto livelli piuttosto elevati. La domanda delle acciaierie resta buona, ma l'offerta risulta altrettanto elevata. Un sostanziale equilibrio che, secondo le fonti interpellate, potrebbe venir meno verso la fine del mese a causa di un calo delle consegne in concomitanza con la festa nazionale del 25 aprile e il ponte del 1° maggio. Il condizionale è d'obbligo dal momento che le acciaierie possono vantare parchi rottame ben riforniti. Ciononostante, secondo i commercianti di rottame dovrebbero quantomeno placarsi le pretese di un'ulteriore riduzione dei prezzi. Da ultimo, come sempre, conterà molto l'andamento del mercato internazionale, con i prezzi CFR Turchia che dovrebbero influenzare le aspettative e, di conseguenza, gli acquisti degli operatori italiani.

Attualmente le quotazioni del rottame si collocano attorno ai seguenti livelli:

 Qualità 

  Prezzo spot  

 Torniture (E5) 

  260-265

 Demolizioni (E1/E3) 

  275-285

 Frantumato (E40) 

  305-315

 Lamierino (E8)   

  305-310

Prezzi espressi in €/ton, compreso trasporto, IVA esclusa.


Ultimi articoli collegati

Italia: mercato del rottame ancora in equilibrio

Italia: trend laterale dei prezzi del rottame

Pasini (Feralpi) e Realacci (Symbola): la green economy per affrontare la crisi post-COVID

Germania: ThyssenKrupp Materials Services e Mantro lanciano joint venture per il riciclo

Italia: via libera a incentivi per l'innovazione nell'economia circolare