Ghisa, prezzo in calo in uno scambio tra Russia e Cina

mercoledì, 25 agosto 2021 15:09:29 (GMT+3)   |   Istanbul
       

La scarsa domanda e le previsioni prevalentemente pessimistiche hanno continuato a pesare sul mercato internazionale della ghisa, dove i produttori sono stati costretti a ridurre i prezzi di recente. 

Secondo quanto appreso da SteelOrbis, un lotto di ghisa basica proveniente dalla Russia è stato venduto in Cina la scorsa settimana. Inizialmente circolava la voce di un prezzo pari a 545 $/t CFR, mentre negli ultimi giorni alcuni player si sono detti convinti che lo scambio sia stato chiuso ad un valore decisamente inferiore, ossia attorno ai 530 $/t CFR. «C'è stata un'offerta dal Brasile a 540 $/t CFR e nessuno ha manifestato alcun interesse all'acquisto. Non sarebbe affatto logico acquistare ad un prezzo più caro, specialmente in un mercato in ribasso», ha commentato un importante trader asiatico. 

Tenendo conto di tariffe di nolo pari a circa 60-65 $/t, il prezzo FOB Mar Nero è stimato in almeno 480-485 $/t, in calo di 20-25 $/t rispetto alle offerte rilevate la scorsa settimana. 


Articolo precedente

Giappone: output di acciaio grezzo in aumento a ottobre su base mensile

25 nov | Notizie

Ucraina, Metinvest: calo del 65% nella produzione di ghisa nel periodo gennaio-settembre

22 nov | Notizie

Germania: produzione di acciaio grezzo in calo nel periodo gennaio-ottobre

21 nov | Notizie

India: modificate le tariffe su import ed export

21 nov | Notizie

Ghisa basica, prezzi ancora in calo in Turchia

21 nov | Notizie

Turchia: importazioni di ghisa in aumento nel periodo gennaio-settembre

16 nov | Notizie

Cina, produzione di acciaio grezzo in calo nei primi dieci mesi dell’anno

15 nov | Notizie

Ghisa: prezzi globali sempre più sotto pressione

14 nov | Rottame e materie prime

Brasile, export ghisa in calo a ottobre

09 nov | Notizie

Ghisa basica: le offerte di acquisto più aggressive arrivano dagli Usa

03 nov | Rottame e materie prime