USA: scarso interesse verso l'import di coils laminati a caldo

lunedì, 15 aprile 2019 11:17:45 (GMT+3)   |   San Diego
       

Attualmente negli Stati Uniti i prezzi dei coils laminati a caldo (HRC) si attestano ancora a 761-783 $/t franco produttore. Ciononostante, come la scorsa settimana, i produttori concedono sconti fino a 44 dollari sui grossi ordini.

La differenza tra prezzi nazionali e prezzi di importazione sta dissuadendo molti compratori dall'ordinare materiale proveniente dall'estero. Gli HRC importati da Serbia, Egitto e Messico si attestano ancora a 728 $/t (DDP porti del Golfo USA nel caso del materiale proveniente da Serbia e Messico, FOB Houston nel caso del materiale messicano). 

Secondo le fonti interpellate, sul mercato interno i tempi di consegna sono brevi e nessuno è interessato ad incrementare le proprie scorte bensì, piuttosto, ad acquistare soltanto ciò di cui ha bisogno. Una situazione, questa, che potrebbe durare fino alla fine dell'estate. 

Alcuni operatori, tuttavia, non escludono che la riluttanza ad ordinare materiale di importazione possa portare ad incrementi di prezzo quando i volumi di importazione risulteranno in diminuzione. Altri, allo stesso tempo, credono che l'incremento della produzione interna compenserà il calo degli arrivi dall'estero e che questo basterà a scongiurare aumenti di prezzo. 


Ultimi articoli collegati

Cina: prezzi di cromo e ferrocromo – settimana 4

In calo le importazioni statunitensi di tubi strutturali a novembre

Coils zincati a caldo, stabili le offerte indiane

Coils a caldo, possibili sconti sui prezzi da parte dei produttori turchi per l'Italia

ArcelorMittal annuncia lo stato di forza maggiore in Francia