USA: prezzi dei coils a caldo più bassi di quando venne annunciata la Section 232

lunedì, 13 maggio 2019 10:08:16 (GMT+3)   |   San Diego
       

"Tutti pensavano che la Section 232 andasse in soccorso dell'industria siderurgica nazionale, ma oggigiorno i prezzi sono più bassi di quando vennero annunciate le misure". Questo il commento di un operatore statunitense intervistato da SteelOrbis in merito all'andamento del mercato USA dei coils laminati a caldo (HRC). 

Attualmente, sul mercato locale, i prezzi degli HRC si attestano tra i 683-728 $/t franco produttore in funzione del compratore e dei volumi che si stanno acquistando, mentre all'inizio di marzo 2018, quando le misure della Section 232 vennero annunciate, erano pari a 860-882 $/t f.p.

"I produttori nazionali hanno dimostrato di non comprendere come gestire l'offerta rispetto alla domanda", ha dichiarato un'altra fonte. 

In generale, gli operatori locali temono possano verificarsi altre correzioni di prezzo nelle prossime settimane per via del calo delle quotazioni del rottame che è stato registrato questo mese. 


Ultimi articoli collegati

Vale aumenta il livello di rischio nella diga Sul Inferior

USA: rallenta la produzione di acciaio grezzo nell'ultima settimana

USA: prezzi degli zincati a caldo invariati ma potrebbero calare a febbraio

JSW rimanda il completamento dell'espansione produttiva a Dolvi

Billette, previsto un aumento delle vendite dall'Iran