Turchia: calma nel mercato degli HRC in attesa dei dazi cinesi

venerdì, 30 luglio 2021 17:55:04 (GMT+3)   |   Istanbul
       

In Turchia, finito il periodo di feste, il mercato dei coils laminati a caldo (HRC) ha avuto una settimana tranquilla. Le importazioni sono state limitate dato che i commercianti dei paesi CIS hanno già riempito il libro ordini per agosto. Verso la fine della settimana, le notizie provenienti dalla Cina hanno iniziato ad avere un effetto positivo sul mercato e alcuni fornitori stanno già pensando di alzare i propri prezzi, interrompendo il trend negativo dell’ultimo periodo.

Per tutta la settimana, il prezzo degli HRC in Turchia si è attestato intorno ai 1.030-1.050 $/t franco fabbrica, proprio come nella seconda settimana di luglio. Quanto all’attività industriale, gli ultimi sette giorni sono stati piuttosto stabili: da una parte i commercianti non hanno bisogno di rifornire le proprie scorte di materiali a causa della scarsa domanda di coils laminati a caldo e zincati, dall’altra le acciaierie non hanno fretta di vendere. Tuttavia, negli ultimi giorni alcune fonti hanno parlato di un ritorno dei prezzi, per il mercato domestico, a 1.070-1.075 $/t franco fabbrica. « È la conseguenza delle notizie sui dazi cinesi per le esportazioni di HRC – ha spiegato un trader a SteelOrbis –. Questa mossa influisce anche sui nostri prezzi. La rimozione degli incentivi sulle esportazioni cinesi di CRC e HRC aiuterà la Turchia a invertire l’andamento negativo dei prezzi».

Per quanto riguarda l’export, molte fonti hanno parlato di offerte a 1.050-1.060 $/t, col limite superiore in ribasso di 20 $/t nel corso dell’ultima settimana. La domanda nell'UE è ancora scarsa considerati i prezzi bassi e il periodo estivo. In base alle informazioni in possesso di SteelOrbis, dalla Turchia sono partiti pochi carichi, a 1.020-1.040 $/t FoB.

Il segmento delle importazioni non ha subito grossi sconvolgimenti. I commercianti dei paesi CIS hanno già venduto le loro quote per agosto. In Russia, l’ultimo accordo è stato chiuso a 940-950 $/t CFR a seconda del fornitore, mentre in Ucraina la più recente transazione è stata caratterizzata da un prezzo di 950 $/t CFR.


Articolo precedente

Giappone: in calo l’export di acciaio nel periodo gennaio-agosto

03 ott | Notizie

Cina: scorte dei principali acciai finiti in calo a inizio settembre

14 set | Notizie

Cina: scorte dei principali prodotti finiti in calo a fine agosto

06 set | Notizie

Giappone: esportazioni di acciaio a -2,8% nel periodo gennaio-luglio

31 ago | Notizie

Cina: scorte dei principali prodotti finiti in calo a metà agosto

24 ago | Notizie

Cina: scorte dei principali prodotti finiti in calo a fine luglio

04 ago | Notizie

Giappone: esportazioni di acciaio in aumento nel periodo gennaio-giugno

29 lug | Notizie

Cina: scorte dei principali prodotti finiti in calo a metà luglio

26 lug | Notizie

Giappone: export di acciaio in leggero aumento su base annua

30 giu | Notizie

Cina: scorte dei principali prodotti finiti in aumento a metà giugno

28 giu | Notizie