Prezzi dei coils a freddo in crescita negli USA

venerdì, 10 gennaio 2020 12:53:59 (GMT+3)   |   San Diego
       

I prezzi dei coils laminati a freddo (CRC) si sono rafforzati negli Stati Uniti, passando nell'ultima settimana da un livello di circa 837 $/t a 838-860 $/t franco produttore. Nella giornata di mercoledì i produttori locali hanno annunciato un nuovo aumento da 33 $/t con l'obiettivo di portare i prezzi di transazione almeno a quota 880 $/t f.p. 

Ciononostante, secondo diversi operatori i prezzi del rottame potrebbero indebolirsi a febbraio dopo essere aumentati di circa 30 $/t questo mese. Questa circostanza, insieme ad una domanda finale ancora tutt'altro che brillante, potrebbe rendere insostenibile un aumento delle quotazioni dei CRC. 

«Molti ritengono che le acciaierie stiano chiedendo troppo e che lo stiano facendo troppo presto» ha commentato un operatore, aggiungendo che «i fondamentali di mercato non sono particolarmente positivi».

Sul versante dell'import, diversi fonti hanno parlato di CRC offerti dal Vietnam a un prezzo di 838 $/t DDP porti della East Coast. Allo stesso tempo alcuni grossi distributori stanno vendendo materiale di cui già dispongono a un prezzo di 22 $/t più basso (nel termine franco magazzino). 


Ultimi articoli collegati

USA: produttori annunciano aumenti sui prezzi dei coils

USA: importazioni di acciaio dimezzate ad agosto su base mensile

USA: prezzi dei coils ancora in crescita

Forte rialzo dei prezzi dei coils nel mercato USA

USA: US Steel annuncia un nuovo aumento sui prezzi dei piani