Italia: ancora scarsa la domanda di coils a caldo

mercoledì, 06 marzo 2019 15:57:09 (GMT+3)   |   Brescia
       

Continua il progressivo rafforzamento dei prezzi dei coils laminati a caldo (HRC) all'interno del mercato italiano. Secondo quanto appreso da SteelOrbis, oggi le quotazioni base si attestano prevalentemente attorno ai 490 €/t franco produttore, contro i 480-490 €/t rilevati una settimana fa. La domanda nel frattempo è rimasta debole, con i compratori che non hanno fretta di acquistare ma stanno comunque valutando di ricorrere all'import dove i prezzi hanno iniziato a mostrare qualche cedimento. Secondo una delle fonti interpellate, i produttori locali potrebbero vendere materiale all'export a prezzi competitivi allo scopo di ridurre l'offerta sul mercato nazionale e riuscire a sostenere in questo modo i prezzi. 

Nel frattempo, i prezzi degli HRC nel Nord Europa si attestano attorno ai 510 €/t franco produttore.


Ultimi articoli collegati

Cina: produzione di acciaio grezzo in crescita nel 2019

Minerale di ferro in ripresa, cresce la domanda per il materiale di qualità

Tubi saldati, stabili le offerte turche ma con sconti su grossi volumi

India: il rafforzamento della rupia sostiene i prezzi degli zincati a caldo all'export

Rottame, significativo calo del prezzo nell'ultimo scambio USA-Turchia