Coils a caldo: prezzi stabili nell'Ue, prevale l'ottimismo

venerdì, 12 novembre 2021 16:05:42 (GMT+3)   |   Brescia
       

I prezzi dei coils laminati a caldo (HRC) sono rimasti sostanzialmente stabili a livello europeo nell'ultima settimana. I prezzi base praticabili sul mercato a pronti si attestano ancora tra gli 870 €/t, minimo rilevato nel Sud Europa, e gli 1.050 €/t, valore massimo in Nord Europa. Nello specifico, le acciaierie italiane sono disposte a vendere la produzione di dicembre a circa 870 €/t e quella di gennaio a 900-920 €/t. La presenza di offerte inferiori per dicembre è dovuta alla cancellazione di ordini da parte di alcuni clienti del settore automotive, ha spiegato una fonte. Allo stesso tempo, nell'Europa settentrionale il range di prezzo si attesta a 1.000-1.050 €/t. In tutti i casi i prezzi sono franco produttore. 

Il sentiment è migliorato nelle ultime due/tre settimane grazie alle aspettative di una corsa al ristoccaggio da parte della distribuzione e, benché le attività di scambio siano rimaste finora limitate, prevale l'ottimismo. Dopo l'accordo tra Usa e Ue sui dazi della Section 232, gli operatori europei hanno iniziato a prevedere un incremento delle esportazioni di piani dall'Ue verso gli Usa per i prossimi mesi. Questo incremento si prevede compenserà almeno in parte la carenza di domanda del settore automotive, determinando una riduzione dell'offerta e sostenendo quindi i prezzi. Le fonti ritengono che anche i maggiori costi energetici e i problemi di tipo logistico spingeranno le acciaierie a chiedere aumenti di prezzo nel primo trimestre del 2022. 

Nel frattempo, le offerte da paesi terzi sono rimaste pressoché invariate, ossia comprese tra gli 860 e i 900 €/t CFR Sud Europa (dazi inclusi). I compratori tuttavia restano scarsamente interessati ad acquistare dall'import visti i lunghi tempi di consegna e il rischio di dover pagare dazi sui volumi eccedenti le quote di salvaguardia dell'Ue. 

Stefano Gennari


Articolo precedente

Prezzi dell’energia: un fattore chiave per il mercato metallurgico europeo nel 2022

03 feb | Notizie

Coils a caldo: le acciaierie europee mantengono alte le offerte, incerto un ulteriore aumento

02 feb | Piani e bramme

Cina, coils zincati: in leggero aumento i prezzi export, stabili i locali

02 feb | Piani e bramme

Turchia, coils laminati a caldo: trend in crescita, ma non c’è chiarezza nell’import

02 feb | Piani e bramme

Stati Uniti, coils laminati a caldo: import in calo a dicembre

02 feb | Notizie

In aumento la produzione cinese di coils a caldo nel 2022

31 gen | Notizie

Cina, in aumento i prezzi export della lamiera

30 gen | Piani e bramme

Giappone: in calo l’export di acciaio nel 2022

30 gen | Notizie

La Turchia aumenta i dazi all’importazione per i prodotti piani in acciaio

30 gen | Notizie

Romania, piani: mercato ancora influenzato dalle prospettive positive di UE e Asia

27 gen | Piani e bramme