Coils a caldo: prezzi stabili nell'UE, cresce l'interesse per l'import

martedì, 29 giugno 2021 17:44:54 (GMT+3)   |   Brescia
       

I prezzi dei coils laminati a caldo (HRC) sono rimasti sostanzialmente invariati in Europa nell'ultima settimana, ossia in un range tra i 1.120 e i 1.210 €/t franco produttore. I prezzi praticabili ammontano prevalentemte a 1.150-1.210 €/t nel Nord Europa e a 1.120-1.160 €/t in Italia. L'offerta continua ad essere ridotta, tuttavia al livello della distribuzione la domanda si è indebolita di recente, a causa di scorte sufficienti, prezzi elevati e problemi legati al credito. I produttori da parte loro non hanno fretta di ridurre i prezzi dal momento che continuano a godere di ottimi portafogli ordini. Le offerte riguardano prevalentemente le consegne di novembre/dicembre. Come già riportato da SteelOrbis, la scorsa settimana ArcelorMittal ha aumentato i prezzi base degli HRC di 30 €/t, a 1.200 €/t franco produttore. 

Nel frattempo, è cresciuto l'interesse dei compratori europei nei confronti delle offerte da paesi terzi, che attualmente appaiono sufficientemente competitive. Secondo quanto appreso da SteelOrbis, un produttore indiano offre HRC a 920 €/t CFR Italia con imbarco ad agosto, mentre le offerte dalla Turchia si attestano a circa 1.020 €/t CFR, dazio antidumping incluso. Inoltre, dal Giappone sono giunte offerte attorno ai 1.035 €/t CFR. Recentemente la Commissione europea ha ufficializzato l'estensione delle misure di salvaguardia fino al 30 giugno 2024, pertanto si prevede che gli importatori europei torneranno all'acquisto nel prossimo periodo. Tuttavia, è necessario attendere qualche giorno per capire fino a che punto sono già state utilizzate le quote del terzo trimestre. 

Stefano Gennari


Articolo precedente

Coils a caldo: importazioni indiane in aumento, prezzi competitivi

28 set | Piani e bramme

Coils a caldo, Cina: offerte export ancora in calo nonostante il recupero dei prezzi locali e dei future

27 set | Piani e bramme

India, coils laminati a caldo: le acciaierie si concentrano sulle vendite locali

27 set | Piani e bramme

Coils a caldo, Turchia: gli acquirenti locali preferiscono importare a prezzi inferiori

27 set | Piani e bramme

Emirati Arabi, import coils a caldo: commercio ancora fiacco, i fornitori indiani in attesa

23 set | Piani e bramme

Coils a caldo, UE: prezzi stabili, ma scorte elevate e scarsa domanda

22 set | Piani e bramme

Cina, coils a freddo: deboli i prezzi export

22 set | Piani e bramme

Turchia: dall'Asia arrivano più offerte di coils laminati a caldo

22 set | Piani e bramme

Coils laminati a caldo, Giappone: prezzi export stabili e ancora competitivi

22 set | Piani e bramme

Coils a caldo, gli esportatori indiani insistono su prezzi più alti nonostante la mancanza di acquisti

21 set | Piani e bramme