Coils a caldo: le offerte dalla Cina affossano l'umore sul mercato turco

martedì, 09 novembre 2021 18:59:22 (GMT+3)   |   Istanbul
       

La presenza di offerte aggressive da parte di fonti non tradizionali ha causato un peggioramento del clima nel mercato turco dei coils laminati a caldo (HRC). Tuttavia, i produttori sia locali sia della regione CIS non hanno fretta di concedere grosse riduzioni di prezzo poiché possono permettersi di aspettare dopo aver venduto discreti volumi nelle scorse settimane. 

Secondo quanto appreso da SteelOrbis, lotti provenienti dalla Cina sono stati venduti di recente in Turchia a 840-855 $/t CFR. Si parla di due carichi, anche se uno dei compratori ha smentito che uno degli scambi sia avvenuto. Le spedizioni saranno effettuate a febbraio. La maggior parte delle fonti concorda sul fatto che è troppo rischioso effettuare ordini spot con tempi di consegna così lunghi. 

Intanto, è stato reso noto che a fine ottobre due carichi di HRC provenienti dal Brasile sono stati venduti in Turchia a 890-895 $/t CFR. Ciascuno ha riguardato 30.000 tonnellate di prodotto. 

Nonostante la maggior parte degli operatori escluda che gli scambi tra Cina e Turchia possano diventare una costante, il clima è peggiorato sul mercato e ha influenzato negativamente le offerte dai paesi CIS. Le ultime transazioni riguardanti gli HRC in partenza dall'Ucraina sono state chiuse a 860-870 $/t CFR (a seconda del peso del coil), mentre i fornitori russi hanno venduto scarsi volumi a 900-910 $/t CFR Turchia

In Turchia i prezzi di transazione sono cambiati poco e si attestano a circa 915-925 $/t franco produttore. Le offerte allo stesso tempo si collocano al livello di 930-940 $/t f.p. 


Articolo precedente

Prezzi dell’energia: un fattore chiave per il mercato metallurgico europeo nel 2022

03 feb | Notizie

Coils a caldo: le acciaierie europee mantengono alte le offerte, incerto un ulteriore aumento

02 feb | Piani e bramme

Cina, coils zincati: in leggero aumento i prezzi export, stabili i locali

02 feb | Piani e bramme

Turchia, coils laminati a caldo: trend in crescita, ma non c’è chiarezza nell’import

02 feb | Piani e bramme

Stati Uniti, coils laminati a caldo: import in calo a dicembre

02 feb | Notizie

In aumento la produzione cinese di coils a caldo nel 2022

31 gen | Notizie

Cina, in aumento i prezzi export della lamiera

30 gen | Piani e bramme

Giappone: in calo l’export di acciaio nel 2022

30 gen | Notizie

La Turchia aumenta i dazi all’importazione per i prodotti piani in acciaio

30 gen | Notizie

Romania, piani: mercato ancora influenzato dalle prospettive positive di UE e Asia

27 gen | Piani e bramme