Coils a caldo: i prezzi nell'Ue non hanno ancora toccato il fondo

giovedì, 16 giugno 2022 15:34:22 (GMT+3)   |   Brescia
       

I prezzi dei coils laminati a caldo (HRC) sono ancora in calo nel mercato dell'Ue, poiché le attività di transazione restano estremamente scarse a causa della domanda debole sia da parte degli utenti finali sia dei distributori. Come nelle scorse settimane, si prevede che i consumi da parte dell'industria automobilistica in particolare rimarranno deboli quest'anno a causa della mancanza di semiconduttori e altri componenti a livello globale. Tuttavia, le fonti ritengono che i prezzi locali degli HRC toccheranno il minimo in tempi brevi, considerando gli alti livelli dei costi di produzione.

SteelOrbis ha rilevato prezzi di transazione pari prevalentemente a 840-860 €/t in Italia e a 890-940 €/t nel Nord Europa, entrambi franco produttore. Pertanto, il range dei prezzi nel mercato dell'Ue è attualmente di 890-970 €/t franco produttore, contro il livello di 920-1.000 €/t riportato in data 3 giugno. Secondo le fonti tuttavia i compratori starebbero spingendo per prezzi base vicini agli 800 €/t in Italia, poiché i produttori sono alla disperata ricerca di ordini mentre la domanda è debole a causa di scorte sufficienti al livello della distribuzione. Tuttavia, poiché i costi sono elevati, i produttori sono anche pronti a ridurre le produzioni. 

Per quanto riguarda i prezzi all'importazione, le offerte verso il Sud Europa si attestano principalmente a 810-850 €/t CFR, in calo di 10 €/t rispetto alla scorsa settimana. Tuttavia, l'interesse per le offerte da paesi terzi sarebbe basso considerando sia i lunghi tempi di consegna sia il trend ribassista dei prezzi locali. 


Articolo precedente

Coils laminati a caldo: salgono i prezzi export dall’India, attenzione rivolta a UE e Golfo

07 feb | Piani e bramme

Cina: in aumento le scorte dei principali prodotti siderurgici finiti

07 feb | Notizie

Cina: stabili i prezzi export della lamiera, in calo il mercato locale

06 feb | Piani e bramme

Prezzi dell’energia: un fattore chiave per il mercato metallurgico europeo nel 2022

03 feb | Notizie

Coils a caldo: le acciaierie europee mantengono alte le offerte, incerto un ulteriore aumento

02 feb | Piani e bramme

Cina, coils zincati: in leggero aumento i prezzi export, stabili i locali

02 feb | Piani e bramme

Turchia, coils laminati a caldo: trend in crescita, ma non c’è chiarezza nell’import

02 feb | Piani e bramme

Stati Uniti, coils laminati a caldo: import in calo a dicembre

02 feb | Notizie

In aumento la produzione cinese di coils a caldo nel 2022

31 gen | Notizie

Cina, in aumento i prezzi export della lamiera

30 gen | Piani e bramme