Coils a caldo: gli esportatori indiani aumentano le vendite ma non i margini

martedì, 20 luglio 2021 12:38:11 (GMT+3)   |   Calcutta
       

Gli esportatori indiani nell'ultima settimana hanno aumentato le vendite di coils laminati a caldo (HRC) nei mercati del Sud-est asiatico e del Golfo Persico. Tuttavia, i margini di profitto sono rimasti inferiori alle loro aspettative. 

Secondo le stime, nell'ultima settimana l'India ha chiuso vendite per circa 100.000-120.000 tonnellate di HRC, metà delle quali in Vietnam. Ciononostante, i prezzi non sono cresciuti bensì hanno continuato ad ammontare a 870-890 $/t FOB. I fornitori indiani speravano che la ripresa delle attività di acquisto permettesse alle quotazioni di superare la soglia dei 900 $/t FOB. 

«Nei mercati asiatici chiave c'è un vuoto lasciato dalla graduale scomparsa delle offerte cinesi e le acciaierie indiane stanno cercando di riempirlo», ha spiegato il manager di un produttore privato indiano. Tuttavia, «continuano ad esserci sfide per le acciaierie indiane»: nell'Ue queste hanno già esaurito la loro quota del trimestre e dunque «ci vorrà del tempo prima che gli scambi riprendano. Da ciò deriva che le stesse acciaierie hanno volumi in eccesso per l'export e devono deviarli verso l'Asia. Questo – ha concluso la fonte – insieme alla sensibilità dei compratori rispetto ai prezzi, sta impedendo ai fornitori di migliorare i propri margini». 

Secondo quanto appreso da SteelOrbis, un'acciaieria integrata dell'India orientale ha venduto 30.000 tonnellate di coils SAE 1006 in Vietnam a un prezzo di circa 870 $/t FOB o leggermente inferiore, mentre l'offerta iniziale si attestava a 920 $/t FOB. 

La stessa acciaieria ha venduto circa 25.000 tonnellate a un compratore del Medio Oriente a 870-880 $/t FOB. 

Infine, un produttore privato indiano ha venduto dal proprio laminatoio nello stato del Jharkhand circa 30.000 tonnellate di HRC a un compratore asiatico a un prezzo attorno agli 870 $/t FOB. 


Articolo precedente

Coils a caldo, Cina: offerte export ancora in calo nonostante il recupero dei prezzi locali e dei future

27 set | Piani e bramme

India, coils laminati a caldo: le acciaierie si concentrano sulle vendite locali

27 set | Piani e bramme

Coils a caldo, Turchia: gli acquirenti locali preferiscono importare a prezzi inferiori

27 set | Piani e bramme

Emirati Arabi, import coils a caldo: commercio ancora fiacco, i fornitori indiani in attesa

23 set | Piani e bramme

Coils a caldo, UE: prezzi stabili, ma scorte elevate e scarsa domanda

22 set | Piani e bramme

Cina, coils a freddo: deboli i prezzi export

22 set | Piani e bramme

Turchia: dall'Asia arrivano più offerte di coils laminati a caldo

22 set | Piani e bramme

Coils laminati a caldo, Giappone: prezzi export stabili e ancora competitivi

22 set | Piani e bramme

Coils a caldo, gli esportatori indiani insistono su prezzi più alti nonostante la mancanza di acquisti

21 set | Piani e bramme

Cina, coils a caldo: produzione in crescita nel periodo gennaio-agosto

21 set | Notizie