Calo dei prezzi dei coils negli USA

venerdì, 03 luglio 2020 10:28:48 (GMT+3)   |   San Diego
       

Negli Stati Uniti i prezzi dei coils stanno subendo pressioni al ribasso a causa principalmente di due fattori: brevi tempi di consegna e scarsa domanda. 

I lead time ammontano a 3/4 settimane nel caso dei coils laminati a caldo (HRC) e a 5/6 settimane per i coils laminati a freddo (CRC), risultando stabili rispetto a una settimana fa. Nel frattempo però i prezzi a pronti hanno fatto registrare diminuzioni. Sono calati di 11 $/t in media sia per gli HRC sia per i CRC, posizionandosi rispettivamente a 507-529 $/t e a 683-728 $/t franco produttore.

Nel complesso la domanda resta debole, come evidenziato dalla brevità dei tempi di consegna nonostante un tasso di utilizzo della capacità produttiva intorno al 55%. 
Inoltre, diverse fonti hanno sottolineato che nemmeno l'andamento delle quotazioni del rottame sta supportando i mercati dei prodotti finiti. Per questo mese si prevedono diminuzioni dei prezzi della materia prima pari a 10-30 $/t, tuttavia si avranno notizie concrete in merito solo dopo le festività del 4 luglio. 


Ultimi articoli collegati

USA: il prezzo dei coils a caldo raggiunge i 1.600 $/t

USA: prosegue il rialzo dei prezzi dei coils

USA: restano alti i prezzi dei coils

Export USA di acciaio pressoché stabile a febbraio

USA: importazioni di coils a caldo in crescita a febbraio