Brasile: prezzo delle bramme destinato a crescere

lunedì, 11 febbraio 2019 11:53:21 (GMT+3)   |   San Paolo
       

Da fine gennaio in poi, i prezzi delle bramme esportate dal Brasile sono rimasti stabili, tuttavia fonti intervistate di recente da SteelOrbis prevedono un aumento di circa 40 dollari sulle spedizioni di aprile e maggio. 

Le stesse fonti hanno sottolineato che il prezzo del minerale di ferro è già aumentato di 10 dollari nelle ultime settimane, in seguito al crollo della diga di Vale a Brumadinho, e che la società ha sospeso le attività delle principali miniere nello stato meridionale del Minas Gerais. Inoltre, recentemente è cresciuto anche il prezzo del rottame ferroso. 

Secondo le fonti, le prossime negoziazioni per la vendita di bramme inizieranno a un prezzo di 500-510 $/t FOB per le spedizioni verso gli USA e a quota 455-460 $/t FOB per le spedizioni verso altri paesi. Gli ultimi prezzi di riferimento, per gli USA e per gli altri paesi, si erano attestati rispettivamente a 450-460 e a 405-410 $/t FOB. 

Intanto, secondo i dati ufficiali, a gennaio il Brasile ha esportato 699.000 tonnellate di bramme a un prezzo medio di 492 $/t FOB. Le principali destinazioni sono state gli USA (390.700 t), l'Italia (134.800 t), la Germania (62.800 t), il Belgio (50.600 t) e il Canada (37.800 t). I principali esportatori sono stati Pecem (283.900 t), ArcelorMittal Tubarao (217.100 t), Ternium (177.900 t) e CSN (20.100 t). 


Ultimi articoli collegati

Cina: produzione di acciaio grezzo in crescita nel 2019

Minerale di ferro in ripresa, cresce la domanda per il materiale di qualità

Tubi saldati, stabili le offerte turche ma con sconti su grossi volumi

India: il rafforzamento della rupia sostiene i prezzi degli zincati a caldo all'export

Rottame, significativo calo del prezzo nell'ultimo scambio USA-Turchia