Brasile: calo dei prezzi dei coils a freddo provenienti dall'estero

martedì, 24 luglio 2018 11:35:25 (GMT+3)   |   San Paolo
       

Secondo i dati trasmessi dal ministero brasiliano dell'industria, del commercio estero e dei servizi (MDIC), nel mese di giugno il Brasile ha importato 27.500 tonnellate di coils laminati a freddo (CRC), contro le 8.500 importate a maggio.

La principale fonte d'importazione di coils a freddo per il Brasile è stata la Cina (26.300 t), seguita dalla Svezia (600 t) e da Taiwan (300 t), mentre volumi inferiori sono provenuti dal Giappone e dalla Corea del Sud. 

Sempre a giugno, il Brasile ha esportato 36.100 tonnellate di coils a freddo verso l'Unione Europea a 694 $/t e 3.000 tonnellate verso il Sud America a 801 $/t, prezzi FOB riferiti presumibilmente a transazioni concluse ad aprile.

Attualmente le offerte relative a CRC provenienti dalla Cina si attestano a 665 $/t CFR porto del sud o sudest del Brasile (il riferimento è il prodotto di qualità SAE 1008/SPCC). Un mese fa lo stesso materiale veniva offerto a 675 $/t CFR. 


Ultimi articoli collegati

Severstal punta a nuovi mercati partendo dal Brasile, di recente la prima vendita a CSN

Produttori brasiliani annunciano aumenti sui prezzi dei piani

Corte brasiliana conferma la decisione che impedisce a Usiminas di licenziare dipendenti

Coils zincati a caldo, stabili le offerte dal Brasile

Brasile annulla licenza a importatori che vendono finti prodotti malaysiani