Billette: Turchia molto attiva nell'export, ancora stagnante l'import

venerdì, 17 settembre 2021 17:23:13 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Come previsto, i produttori turchi hanno cercato di trarre vantaggio dal boom della domanda di billette in Cina nelle ultime due settimane. Allo stesso tempo, si è osservato qualche movimento anche nel mercato locale turco, mentre le importazioni sono state pressoché inesistenti.

I produttori turchi hanno cercato di vendere billette in Cina, dove gli ultimi prezzi accettabili non superano i 710 $/t CFR, con costi di spedizione stimati in 90 $/t. Nonostante tutte le voci al riguardo, alcune fonti di SteelOrbis hanno smentito una vendita di 100.000 tonnellate di billette dalla Turchia alla Cina. Sembra, inoltre, che alcuni stabilimenti turchi abbiano deciso di sfruttare la minore presenza dei fornitori dell’area CIS nelle regioni del Mar Nero e del Mar Mediterraneo. SteelOrbis ha appreso che un venditore turco avrebbe offerto al Marocco un lotto di medie dimensioni a 623 $/t FOB. Nel mercato si è poi discusso anche di un’altra offerta (628 $/t FOB), anche se mancano informazioni certe sulla destinazione.

Nel mercato domestico turco, non sono state riportate attività significative dopo la scorsa settimana, quando Kardemir aveva venduto 40.000 tonellate a 623-628 $/t franco produttore, a seconda del tipo di acciaio. I prezzi delle billette nel mercato locale turco sono rimasti a 620-625 $/t franco produttore, con poche trattative in corso. Tuttavia, alcune fonti si aspettano che le negoziazioni si faranno più intense dalla prossima settimana a fronte delle voci diffuse riguardanti la scarsa offerta di billette, in particolare dalla Russia.

Quanto all'import di billette in Turchia, il mercato è quasi fermo, in parte perché i grandi fornitori sono più interessati ai più alti prezzi praticabili in Cina, mentre le altre acciaierie non sono propense ad accettare le basse offerte degli acquirenti turchi. Secondo alcune fonti, compratori della regione turca del Mar Nero avrebbero chiesto billette a 605 $/t CFR, mentre alcuni acquirenti della regione di Izmir sarebbero ancora disposti pagare 610-615 $/t CFR. I prezzi delle billette provenienti dai paesi dell’area CIS, dove al momento ad essere attivi sono principalmente trader, sono scesi a 610-620 $/t CFR Turchia. Nel frattempo, i grandi produttori CIS puntano a un minimo di 600-610 $/t FOB nelle loro vendite in Cina.


Articolo precedente

Emirati Arabi: si indeboliscono i prezzi delle billette d’importazione

29 nov | Lunghi e billette

Iran, export billette: prezzi relativamente stabili

29 nov | Lunghi e billette

Cina, export billette: prezzi stabili, rialzi locali troppo bassi per fornire supporto

09 nov | Lunghi e billette

Iran: export di acciaio in calo nei primi sei mesi dell’anno iraniano

21 ott | Notizie

Billette: in Cina i trader puntano all’export; il mercato import fermo a prezzi ancora più bassi

20 ott | Lunghi e billette

Iran: produzione di acciaio in aumento nei primi sei mesi dell’anno iraniano

19 ott | Notizie

Russia, export billette: prezzi in calo nonostante l’offerta ancora limitata

19 ott | Lunghi e billette

Cina, import billette: nessun segno di ripresa, offerte di semilavorati da paesi terzi

13 ott | Lunghi e billette

IREPAS, El Marakby: i volumi export di acciaio dell’Egitto rimarranno stabili nel 2022

11 ott | Notizie

Turchia, import billette: prezzi in calo a causa della discesa del rottame

15 set | Lunghi e billette