Billette, le offerte dai paesi CIS assumono un trend laterale

giovedì, 22 marzo 2018 16:34:56 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Dopo essere cresciuti gradualmente a partire da metà febbraio, i prezzi delle billette provenienti dai paesi CIS sono rimasti stabili nell'ultima settimana, cioè pari a 550-555 $/t FOB. 

Oltre all'incertezza generata dalle tariffe statunitensi sulle importazioni di acciaio, anche il calo dei prezzi delle billette cinesi - giunte a quota 500-520 $/t FOB - è causa di preoccupazione sul mercato siderurgico globale. Intanto, il trend laterale dei prezzi internazionali del rottame, dopo i rialzi avvenuti tra l'inizio di febbraio e la metà di marzo, ha influenzato l'andamento delle quotazioni delle billette. 

I prezzi delle billette provenienti dai paesi CIS e destinate in Turchia sono rimasti pari a 570-575 $/t CFR, tuttavia i compratori turchi non sono disposti ad accettare prezzi superiori ai 550-560 $/t CFR, e aspettano di avere un'idea più chiara dell'andamento delle quotazioni prima di effettuare nuovi acquisti sia sul mercato interno che dall'estero. 

Allo stesso tempo, i fornitori dei paesi CIS hanno chiuso vendite di billette in Egitto a un prezzo di 555-565 $/t CFR, che ha spinto verso l'alto le quotazioni del tondo sul mercato locale. Ciononostante, negli ultimi giorni i compratori egiziani non hanno chiuso ulteriori acquisti dopo queste ultime transazioni. 


Ultimi articoli collegati

Minerale di ferro, prezzi supportati da un miglioramento del sentiment in Cina

Prezzi delle lamiere stabili negli USA

Cina: prezzi del ferromanganese sul mercato locale – settimana 8

ArcelorMittal Kryviy Rih avvia i test a caldo presso la nuova colata continua

Ricavi in calo per China Steel Corporation a gennaio