Billette: in Cina i trader puntano all’export; il mercato import fermo a prezzi ancora più bassi

giovedì, 20 ottobre 2022 10:00:40 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Il ribasso del mercato cinese delle billette è proseguito anche questa settimana, poiché i prezzi dei prodotti lunghi sono scesi ancora a causa dei consumi scarsi. Di conseguenza, le offerte di billette importate sono scese ulteriormente e il mercato si è fermato. Allo stesso tempo, gli operatori cinesi sono stati attivi nell’offrire billette di diverse origini ai mercati export.

I trader cinesi hanno offerto billette dall’Indonesia e dalla Malesia a 510-515 $/t FOB, stabili rispetto alla scorsa settimana, ma alcuni di loro hanno dichiarato di poter accettare 505 $/t FOB.

Alcuni operatori sono riusciti a vendere billette dall’ASEAN alle Filippine alla fine della scorsa settimana a 530 $/t CFR, ovvero circa 505 $/t FOB, riflettendo la debolezza del mercato.

Inoltre, sono state segnalate offerte dall’ASEAN da parte di trader cinesi a 570-575 $/t CFR verso la Turchia, ma non sono stati conclusi accordi principalmente a causa dell’arrivo per gennaio, nella migliore delle ipotesi.

Non sono state segnalate nuove offerte per l’Europa, poiché gli operatori cinesi che offrono billette dall’ASEAN puntano a non scendere sotto i 580 $/t CFR. Allo stesso tempo, sono state richieste billette di altre origini con tempi di consegna più brevi. In particolare, è stato segnalato in Italia un accordo per 40.000 tonnellate di billette dall’Algeria a 540-545 $/t FOB, valutate a 570-575 $/t CFR.

Alcuni operatori hanno offerto billette di origine cinese a 510-520 $/t FOB, in calo di 10-20 $/t rispetto alla settimana precedente. Tuttavia, le offerte dalla Cina non sono state così numerose e diversi operatori preferiscono ancora trattare per materiale di origine terza.

Il prezzo medio della billetta locale in Cina si è attestato a 3.693 RMB/t franco magazzino il 19 ottobre, in calo di 82 RMB/t (11,5 $/t) rispetto alla settimana scorsa. Questo livello corrisponde a 460 $/t, esclusa IVA del 13%.

Di conseguenza, il livello negoziabile delle billette importate in Cina è sceso ulteriormente a 460-465 $/t CFR, rispetto ai 465-480 $/t CFR di una settimana fa. Con le offerte più basse possibili a 510 $/t CFR, è chiaro che il mercato è rimasto fermo.


Articolo precedente

Kardemir: pubblicato il programma di vendita per luglio-settembre

21 giu | Notizie

Gerdau interrompe le operazioni presso lo stabilimento brasiliano

29 mag | Notizie

Turchia: dimezzati i dazi doganali su billette, vergella e barre importate dall'Azerbaigian

27 mag | Notizie

Danieli: nuovi impianti per la giapponese Chiyoda Steel

24 mag | Notizie

Rottame: i prezzi dall’Europa in Turchia rimangono buoni, ma il mercato è ancora silenzioso

19 apr | Rottame e materie prime

Turchia, laminati mercantili: i prezzi export ufficiali registrano un andamento laterale

29 mar | Lunghi e billette

Turchia, Kardemir pubblica i volumi di vendita pianificati per aprile-giugno

22 mar | Notizie

Iran: esportazioni di acciaio in aumento nei primi 11 mesi dell’anno iraniano

20 mar | Notizie

Cina, billette: le più competitive sul mercato del Sudest asiatico per il calo dei prezzi dei futures

22 feb | Lunghi e billette

Cina: segnali contrastanti al rientro dalle vacanze

19 feb | Piani e bramme