Billette, gli esportatori dei paesi CIS rinunciano a parte dei loro margini

giovedì, 06 dicembre 2018 16:02:30 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Gli esportatori di billette dei paesi CIS hanno adottato una politica di prezzo aggressiva dopo che i fornitori cinesi - i loro più grandi competitor nei mercati del Far East - hanno abbassato in modo significativo le proprie offerte.
I fornitori dell'area CIS hanno rinunciato a parte dei loro margini di profitto riducendo i prezzi di 10 dollari in media nell'ultima settimana. Le loro offerte si attestano ora a 430-440 $/t FOB. Gli stessi esportatori si sono fatti più aggressivi anche in Africa, dove offrono billette a 450-455 $/t CFR. Ciononostante, i compratori egiziani appaiono prudenti a fronte della volatilità dei prezzi globali dell'acciaio. 


Ultimi articoli collegati

India: JSW sempre più vicina alla costruzione di un'acciaieria nell'Odisha

Brasile: lieve rialzo del prezzo del tondo per l'export

Bulgaria: i produttori di tondo alzano i prezzi

USA: terminata la salita dei prezzi dei coils a caldo

Tubi saldati, stabili le offerte turche ma con sconti su grossi volumi