Billette: gli esportatori CIS mantengono alti i prezzi

mercoledì, 28 luglio 2021 17:44:27 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Gli esportatori di billette dei paesi CIS hanno lasciato i prezzi invariati questa settimana, nonostante la debolezza della domanda e il calo dei prezzi del rottame in Turchia. Gli ordini ricevuti nelle scorse settimane e le prospettive positive riguardanti la domanda in alcuni mercati lontani hanno supportato infatti l'umore degli operatori.

Le principali acciaierie della regione CIS offrono billette a 660-675 $/t FOB, mentre diverse fonti hanno precisato che i prezzi più vicini al valore vero di mercato ammontano a 660-665 $/t FOB.

I compratori turchi hanno cominciato a tornare sul mercato dopo la settimana di vacanze, tuttavia finora la domanda è rimasta pari a zero. «Tutto tace», ha commentato un trader. Finora Kardemir non ha aperto le proprie vendite di billette né si sono registrate richieste sul mercato. Nel frattempo, i prezzi del rottame importato dall'estero sono calati di 5 $/t, a 475 $/t CFR.

Tuttavia, i fornitori dei paesi CIS non hanno fretta di abbassare i prezzi del semilavorato. «Nella regione del Mar Nero non si registra alcun eccesso di offerta al momento», ha spiegato un produttore. «Pertanto, anche se il rottame è in ribasso, il segmento delle billette è in equilibrio. Nessun grosso fornitore di billette vuole seguire l'andamento del rottame».

Nonostante il peggioramento del sentiment in Turchia, la situazione in alcuni mercati distanti, come quello cinese, risulta ancora positiva. Le richieste cinesi hanno raggiunto i 720 $/t CFR in generale, e di recente nel paese sono state acquistate billette provenienti dai paesi dell'ASEAN a un prezzo di 725 $/t CFR, in rialzo rispetto ai 710-720 $/t di una settimana fa. Attualmente i grossi fornitori chiedono prezzi pari o superiori a 725-730 $/t CFR. Ciononostante, i compratori non sono pronti ad accettare aumenti di prezzo troppo in fretta. Un prezzo di 720-725 $/t CFR Cina equivale a circa 650-655 $/t FOB Mar Nero o anche meno a seconda dei tassi di nolo. La scorsa settimana il prezzo più alto possibile per le billette in Cina ammontava a 645 $/t FOB. I fornitori del Mar Nero non hanno fretta di vendere in Cina al momento poiché non dispongono di grossi volumi invenduti, oppure perché ritengono che i prezzi possano crescere ulteriormente.

In America Latina, dopo che sono state registrate vendite per 80.000 di tonnellate di billette ucraine in totale, non sono stati registrati ulteriori scambi con la stessa destinazione. Tuttavia, diverse fonti hanno riferito che sarà molto difficile trovare prezzi inferiori ai 660 $/t FOB. 

In conclusione, il prezzo di riferimento di SteelOrbis per le billette CIS è aumentato di 7,5 $/t in media rispetto alla fine della scorsa settimana, ammontando a 650-660 $/t FOB.


Articolo precedente

Billette, prezzi import in rialzo in Turchia sulla scia dell'aumento degli acquisti e del prezzo rottame

02 dic | Lunghi e billette

Iran: i fornitori di billette puntano a prezzi più alti

01 dic | Lunghi e billette

Billette, prezzi franco Russia in aumento dopo il rialzo in Turchia

01 dic | Lunghi e billette

India, billette: le acciaierie continuano a cercare vendite all'estero nonostante le offerte d’acquisto inferiori alle ...

30 nov | Lunghi e billette

Emirati Arabi: si indeboliscono i prezzi delle billette d’importazione

29 nov | Lunghi e billette

Iran, export billette: prezzi relativamente stabili

29 nov | Lunghi e billette

Billette russe, problemi di trasporto in alcuni porti

24 nov | Lunghi e billette

Turchia: migliora il commercio di billette, prezzi cautamente ottimisti

23 nov | Lunghi e billette

Cina, export billette: mercato inattivo a causa dell'arresto del trend rialzista locale, prezzi franco Russia più bassi

22 nov | Lunghi e billette

Billette, Turchia: prezzi import praticabili ancora in ribasso, mercato poco attivo

21 nov | Lunghi e billette