Billette: fornitori dei paesi CIS supportati dagli aumenti di prezzo in Turchia

mercoledì, 13 ottobre 2021 10:10:47 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Dopo settimane di silenzio e basse richieste di prezzo, il mercato delle billette in Turchia ha sorprendentemente mostrato rapidi aumenti dei prezzi locali, fornendo così un maggiore supporto ai fornitori dei paesi CIS rispetto al mercato cinese. Il motivo principale è l'aumento dei prezzi dell'energia, insieme al trend rialzista del rottame, fattori che hanno comportato un aumento significativo dei costi di produzione. Di conseguenza, i fornitori di billette turchi, vista anche la mancanza di billette di importazione, hanno aumentato i prezzi di 40-50 $/t all'inizio della scorsa settimana. Diversi compratori, colti dal panico, hanno già ordinato materiale a prezzi elevati. Tuttavia, altre fonti ritengono che per il momento le billette siano troppo care considerato il fatto che la domanda di tondo è ancora piuttosto debole. 

I prezzi delle billette in Turchia si aggiravano da un po' di tempo intorno ai 620-630 $/t franco partenza, ma alla fine della scorsa settimana i produttori sono riusciti a ottenere valori più alti. In particolare, SteelOrbis ha appreso che un fornitore con sede nella regione di Marmara ha venduto del materiale a poco meno di 660 $/t CPT. Inoltre, venerdì un produttore della regione di Iskenderun ha scambiato un lotto di medie dimensioni a 650 $/t franco partenza. Questa settimana sono circolati prezzi ancora più ambiziosi, pari a 670-680 $/t franco partenza e oltre. Secondo le fonti, inoltre, piccoli lotti sono stati venduti a 678-680 $/t franco produttore Iskenderun e a 675-680 $/t CPT Karabuk. Alcune acciaierie dell'area di Izmir hanno provato ad offrire materiale a 690 $/t f.p., pur ammettendo che si tratta di un prezzo troppo elevato per il momento. Inoltre, si è registrata una vendita all'esportazione a 650 $/t FOB Turchia con destinazione Marocco, ulteriore segnale di un miglioramento del mercato.

Considerando che i prezzi del tondo in Turchia si aggirano intorno ai 700-720 $/t FOB e che alcune vendite sono state chiuse a prezzi nella fascia bassa del range, il divario con le offerte relative alle billette non è ancora sufficientemente ampio perché gli attuali prezzi del semilavorato vengano accettati. La maggior parte delle fonti di mercato afferma che l'aumento dei costi del rottame e dell'energia sono le ragioni principali alla base dell'aumento dei prezzi delle billette, ed è certa che i prezzi degli acciai finiti reagiranno muovendosi verso l'alto entro poco tempo. Anche se la situazione appare in qualche modo instabile, la maggior parte delle fonti di mercato ritiene che la Turchia rappresenti ora una migliore opportunità di vendita per gli stabilimenti dei paesi CIS dopo settimane in cui essi hanno guardato esclusivamente alla Cina. Al momento non sono pervenute offerte chiare, ma un livello di 655-660 $/t CFR è considerato plausibile nelle regioni di Bartin e Izmir. I prezzi delle billette provenienti dall'est dell'Ucraina si attestano a 645-650 $/t CFR a seconda della regione, ma potrebbero aumentare a breve.

I produttori con sede nella regione CIS sono apparsi molto cauti questa settimana poiché hanno preferito monitorare il mercato, che secondo loro ha ancora spazio per salire. Alcune grandi acciaierie hanno parlato di prezzi tra i 630 e i 650 $/t FOB Mar Nero, molto più alti di quelli registrati venerdì scorso, che non superavano i 620 $/t FOB. 

Nonostante il clima nel mercato cinese delle billette sia stato perlopiù positivo dopo le festività locali, i prezzi praticabili nel paese non sono particolarmente allettanti per i fornitori dell'area CIS. Le fonti si aspettavano scambi a prezzi attorno ai 720 $/t CFR Cina (e anche più alti), ma finora le attività non hanno mostrato miglioramenti. Una fonte in Asia ha affermato che le offerte d'acquisto da parte della Cina al suo ritorno dalle festività si attestavano a 722 $/t CFR, tuttavia il mercato si è fatto silenzioso dopo il calo dei future registrato ieri, 12 ottobre. 

A Tangshan in Cina i prezzi delle billette sono calati di 30 RMB/t (5 $/t) ieri, ammontando a 5.300 RMB/t (822 $/t) franco produttore, ovvero 727 $/t al netto dell'IVA. I prezzi dei future sul tondo sono calati del 4,2% sullo Shanghai Futures Exchange, ovvero di 246 RMB/t (38 $/t). Queste diminuzioni sono collegate alle aspettative di un allentamento delle restrizioni alla produzione nel paese. Il premier Li Keqiang ha dichiarato che il governo aumenterà la capacità di approvvigionamento energetico e che un programma "taglia unica" per ridurre la produzione delle imprese ad alta intensità energetica (comprese le acciaierie) dovrà essere interrotto.

Il prezzo di riferimento di SteelOrbis per le billette CIS è aumentato di 20 $/t rispetto alla fine della scorsa settimana, raggiungendo quota 625-630 $/t FOB Mar Nero. Questo livello si basa sui prezzi praticabili in Turchia visto che la possibilità di vendite in Cina appare per il momento preclusa. 


Articolo precedente

Turchia, billette: prezzi in aumento sulla scia del rottame, compratori ancora cauti

07 dic | Lunghi e billette

Billette, prezzi import in rialzo in Turchia sulla scia dell'aumento degli acquisti e del prezzo rottame

02 dic | Lunghi e billette

Iran: i fornitori di billette puntano a prezzi più alti

01 dic | Lunghi e billette

Billette, prezzi franco Russia in aumento dopo il rialzo in Turchia

01 dic | Lunghi e billette

India, billette: le acciaierie continuano a cercare vendite all'estero nonostante le offerte d’acquisto inferiori alle ...

30 nov | Lunghi e billette

Emirati Arabi: si indeboliscono i prezzi delle billette d’importazione

29 nov | Lunghi e billette

Iran, export billette: prezzi relativamente stabili

29 nov | Lunghi e billette

Billette russe, problemi di trasporto in alcuni porti

24 nov | Lunghi e billette

Turchia: migliora il commercio di billette, prezzi cautamente ottimisti

23 nov | Lunghi e billette

Cina, export billette: mercato inattivo a causa dell'arresto del trend rialzista locale, prezzi franco Russia più bassi

22 nov | Lunghi e billette