Billette, fornitori dei paesi CIS restii a ridurre ulteriormente i prezzi

giovedì, 12 aprile 2018 15:24:32 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Questa settimana i prezzi delle billette provenienti dai paesi CIS risultano pari a 500-520 $/t FOB, evidenziando una limatura di 5 $/t in corrispondenza dei massimi rispetto a sette giorni fa. La domanda di billette è rimasta debole nei mercati export, e i pochi scambi registrati negli ultimi giorni hanno riguardato soltanto piccoli volumi.

Per contro, nonostante i prezzi del rottame continuino a subire pressioni ribassiste, quelli delle billette non hanno fatto registrare grossi ribassi nelle ultime due settimane. I prezzi delle billette cinesi erano scesi al di sotto dei 500 $/t FOB ma sono tornati a quota 510-530 $/t FOB negli ultimi due giorni. Pertanto, l'andamento ribassista dei prezzi delle billette a livelo globale ha perso velocità rispetto alle scorse settimane, e al momento i fornitori dei paesi CIS sono restii ad abbassare ulteriormente le proprie offerte. 

I prezzi delle billette provenienti dai paesi CIS e destinate alla Turchia e all'Egitto sono rispettivamente pari a 520-535 $/t e a 520-540 $/t CFR. Secondo quanto appreso da SteelOrbis, recentemente le acciaierie turche hanno effettuato qualche ordine perché i prezzi delle billette prodotte in Turchia risultano al momento relativamente elevati. 


Ultimi articoli collegati

Turchia: Kardemir vende oltre 60.000 tonnellate di billette

Turchia: Kardemir abbassa i prezzi di billette, tondo e vergella

Billette, esportatori CIS poco propensi a concedere sconti

Billette, in assenza dei compratori asiatici i produttori CIS abbassano i prezzi

Billette CIS, prezzi schiacciati tra bassa domanda e maggiori tassi di nolo