Veicoli commerciali, immatricolazioni in calo in Europa in luglio e agosto

venerdì, 24 settembre 2021 10:40:44 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Negli scorsi mesi di luglio e agosto, secondo quanto comunicato dall'associazione dei costruttori d'auto europeo ACEA, le immatricolazioni di veicoli commerciali nuovi in Europa (Ue più paesi Efta) e in UK sono risultate in calo. A luglio il segno meno è stato più pronunciato: sono stati venduti 180.367 veicoli con un decremento dell'11,8% rispetto allo stesso mese del 2020. L'Italia ha fatto peggio della media con un calo del 13,1%. Nel successivo mese di agosto il confronto con lo stesso mese del 2020 è stato meno negativo: nell'Ue + Efta e nel Regno Unito sono stati venduti 149.121 veicoli, il 3,6% in meno rispetto al 2020. In Italia il calo è stato dell'8,5 per cento. Nell'Unione europea le diminuzioni registrate a luglio e ad agosto sono state rispettivamente dell'11,9% e del 5,4%.

La performance registrata negli scorsi due mesi «riflette - spiega ACEA - il rallentamento nella domanda di furgoni, che rappresenta l'83% del totale delle immatricolazioni, dato che il camion e i segmenti degli autobus hanno effettivamente registrato un andamento migliore rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le vendite hanno continuato a essere guidate dall'Europa Centrale (+23,2%), mentre le nuove immatricolazioni nell'Europa Occidentale sono risultate in contrazione».

Nei primi otto mesi dell'anno le immatricolazioni di nuovi veicoli commerciali sono ammontate a 1,29 milioni di unità nell'Ue, il 24% in più su base annua. Tutti i principali mercati hanno registrati incrementi: Italia 35,4%, Francia 22,4%, Spagna 16%, Germania 12,5%. 


Ultimi articoli collegati

Ue: immatricolazioni auto a +6,6% in gennaio-settembre

Worldsteel cambia i vertici, Sajjan Jindal nuovo presidente

Worldsteel, riviste al ribasso le previsioni sulla domanda di acciaio

UK, l’industria siderurgica lancia l’allarme: "La crisi è imminente"

GFG investe 50 milioni di sterline in Liberty Steel UK