Vale torna all'utile nel secondo trimestre 2020, da settembre pagherà i dividendi

lunedì, 03 agosto 2020 10:43:45 (GMT+3)   |   San Paolo
       

Il gruppo minerario brasiliano Vale ha comunicato di essere passato da una perdita netta di 133 milioni di dollari nel secondo trimestre del 2019 a un utile netto di 995 milioni nel secondo trimestre di quest'anno. I ricavi netti nello stesso periodo sono ammontati a 7,5 miliardi di dollari, segnando un calo del 18,1% su base annua. 

Sempre nel secondo trimestre, l’EBITDA è ammontato a 3,3 miliardi di dollari, in crescita dell’8,8% in termini tendenziali. Il margine EBITDA è salito dal 34% del secondo trimestre 2019 al 45% del secondo trimestre 2020. 

Vale ha dichiarato che a partire da settembre di quest'anno, dopo 18 mesi, tornerà a distriubuire i dividendi agli investitori. Questi verranno pagati due volte l’anno, a marzo e a settembre. Il gruppo minerario aveva sospeso il pagamento dei dividendi a gennaio 2019 a seguito del disastro di Brumadinho, che causò 270 vittime.


Ultimi articoli collegati

Minerale di ferro, Vale punta a un forte aumento della capacità produttiva

Vale chiude definitivamente un impianto di manganese

Vale, tribunale approva l'accordo sul pagamento dei danni ambientali

Brasile: tribunale concede a Vale maggiore tempo per difendersi

Vale ha 15 giorni per rispondere al congelamento beni