Vale: produzione di minerale ferroso in crescita nel secondo trimestre

mercoledì, 21 luglio 2021 13:01:45 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Il gruppo minerale brasiliano Vale ha pubblicato i risultati operativi riguardanti il secondo trimestre dell’anno.

La produzione di minerale ferroso è salita a 75,68 milioni di tonnellate, +11,3% rispetto al trimestre precedente e +12% su base annua. Ora, Vale ha raggiunto una capacità di 330 milioni di tonnellate all’anno che, se mantenuta, grazie alle condizioni climatiche più favorevoli in questo periodo, consentirebbe di produrre 1 milione di tonnellate al giorno per la seconda metà del 2021.

Sempre nel secondo trimestre, la produzione di pellet è ammontata a 8 milioni di tonnellate, un aumento del 27,4% rispetto al Q1 e del 13,3% rispetto all’anno precedente. Vale ha giustificato l’aumento con la maggior disponibilità di materie per la produzione di pellet, destinata principalmente agli stabilimenti dell’Oman, e con la ripresa delle attività nell’impianto di Vargem Grande.

Frattanto, nello stesso periodo, la produzione di carbone è aumentata del 63% anno su anno, per un totale di 2,09 milioni di tonnellate.

In parallelo all’aumento di produzione, le vendite di minerale di ferro e pellet per il Q2 si sono attestate a 74,9 milioni di tonnellate, +14,2% rispetto al trimestre precedente.


Ultimi articoli collegati

Vale prosegue con lo smantellamento della diga di Doutor

Minerale di ferro: Vale raggiungerà una capacità di 343 milioni di tonnellate quest'anno

Russia: Mechel verso l'autosufficienza di materie prime

Vale, esportazioni di minerale ferroso in aumento nei primi sette mesi

Brasile: Vale punta a espandere due miniere a cielo aperto