Vale, export di minerale di ferro in calo nei primi sette mesi dell'anno

mercoledì, 26 agosto 2020 16:45:32 (GMT+3)   |  
       

Secondo quanto comunicato dall'Unione nazionale brasiliana dell'industria dell'estrazione di ferro e metalli di base (Sinferbase), nel mese di luglio di quest'anno il volume delle esportazioni di minerale ferroso da parte del gruppo brasiliano Vale è stato pari a 24,20 milioni di tonnellate, dati in calo dell’1,3% su base mensile e del 5,1% su base annua. Nel periodo gennaio-luglio, invece, le esportazioni di minerale da parte di Vale sono calate dell’8,7% su base annua, fermandosi a 138,72 milioni di tonnellate.  

Nel mese di luglio, le vendite di minerale ferroso da parte di Vale sul mercato domestico sono state pari a 1,26 milioni di tonnellate, dato in diminuzione del 12,2% su base annua ma in aumento del 10,5% su base mensile. Nei primi sette mesi dell'anno le vendite sul mercato locale si sono attestate a 8,50 milioni di tonnellate, evidenziando un calo del 7,9% rispetto ai primi sette mesi del 2019. 


Ultimi articoli collegati

Usiminas passa dalla perdita all'utile nel terzo trimestre

Vale, produzione di minerale ferroso in crescita nel terzo trimestre

Tribunale brasiliano nega il congelamento dei beni di Vale

Export di minerale ferroso brasiliano in forte crescita a settembre

Brasile: ricorso contro l'accordo tra Vale e l'ufficio del procuratore generale