Vale, CSN e Gerdau perdono valore di mercato a causa del coronavirus

mercoledì, 29 gennaio 2020 18:09:07 (GMT+3)   |   San Paolo
       

Questa settimana tre importanti società minerarie e siderurgiche brasiliane hanno perso valore di mercato a causa dell'epidemia del coronavirus in Cina. Il produttore minerario Vale e i produttori di acciaio Gerdau e CSN hanno subito un calo del prezzo delle azioni presso la B3, una delle borse valori di San Paolo.

Secondo quanto riportato da Estadao, le quote di Vale sono scese del 6,12% il 26 gennaio rispetto al giorno precedente. In valore di mercato, Vale ha perso 17,3 miliardi di real brasiliani (4,12 miliardi di dollari).

Il 26 gennaio le azioni privilegiate di Gerdau sono calate del 7,94% rispetto al giorno precedente, mentre il valore delle sue azioni è diminuito del 7,78%.

La discesa è iniziata domenica a causa della diffusione del coronavirus in più paesi. A tal proposito, diverse fonti di stampa hanno riportato la decisione di Vale di annullare tutti i viaggi di lavoro in Cina per un periodo indefinito.


Ultimi articoli collegati

Vale chiude definitivamente un impianto di manganese

Vale, tribunale approva l'accordo sul pagamento dei danni ambientali

Brasile: Samarco conferma la ripartenza a dicembre

Vale ha 15 giorni per rispondere al congelamento beni

Brasile: da ArcelorMittal e Gerdau idee per la ripresa del settore siderurgico brasiliano