USA: risultati finali delle indagini sulle graffette a filo fine provenienti dalla Cina

venerdì, 29 maggio 2020 15:48:03 (GMT+3)   |   San Diego
       

Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti (DOC) ha annunciato i risultati definitivi delle indagini sul dazio antidumping (AD) e sul dazio compensativo (CVD) applicabili alle graffette a filo fine provenienti dalla Cina.

Il DOC ha determinato che i produttori/esportatori cinesi hanno venduto graffette a filo fine a un valore inferiore al fair value negli Stati Uniti a tassi che variano dal 96,15% al 122,55%.
Il Dipartimento ha calcolato quindi sovvenzioni compensabili a tassi nel range 12,32%-192,64%.

Nel 2018, le importazioni di graffette a filo fine dalla Cina sono state valutate in 88,8 milioni di dollari. L'indagine è stata richiesta da Kyocera Senco Industrial Tools, Inc. (Cincinnati).

La US International Trade Commission (ITC) dovrebbe esprimersi in modo definitivo sui dazi intorno al 6 luglio 2020. In caso di determinazioni definitive affermative, il DOC applicherà dazi antidumping e compensativi; in caso contrario, le indagini verranno chiuse senza l'istituzione di misure.


Ultimi articoli collegati

USA: import di banda stagnata in crescita a maggio

DOC USA pubblica risultati definitivi della revisione sulla vergella messicana

DOC USA prevede rinnovo dazi per PC strand proveniente da sei paesi

USA: in arrivo dazi sulle graffette importate dalla Cina

USA: Corte Suprema respinge contestazione dell'AIIS contro la Sezione 232