USA: nuovi dazi preliminari sugli acciai strutturali da Cina e Messico

giovedì, 05 settembre 2019 11:06:14 (GMT+3)   |   San Diego
       

Il dipartimento del commercio statunitense (DOC) ha comunicato le determinazioni preliminari affermative relative alle indagini antidumping sulle importazioni di acciai strutturali (FSS) da Cina e Messico, negative invece per il Canada invece.

Le aliquote antidumping preliminari sono le seguenti:

Paese        

Esportatore/produttore

Aliquota       

Tasso di deposito in denaro 

Canada

Canatal Industries, Inc. 

0,00%

n/a

Canada

Les Constructions Beauce-Atlas, Inc. 

0,69%

n/a

Cina

Jinhuan Construction Group Co., Ltd.

57,86%

47,32%

Cina

Modern Heavy Industries (Taicang) Co., Ltd. 

0,00%

0,00%

Cina

Wison (Nantong) Heavy Industry Co., Ltd. 

52,09%

41,55%

Cina

Separate Rate Companies

55,76%

45,22%

Cina

China-wide

141,38%

130,84%

Messico

Building Systems de Mexico, S.A. de C.V. 

10,58%

n/a

Messico

Corey S.A. de C.V. / Industrias Recal S.A. de C.V.

0,00%

n/a

Messico

Acero Technologia, S.A. de C.V.

30,58%

16,96%

Messico

Construcciones Industriales Tapia S.A. de C.V.

30,58%

16,96%

Messico

Estructuras Metalicas la Popular S.A. de C.V./MSCI

30,58%

16,96%

Messico

Operadora CICSA, S.A. de C.V. Swecomex - Guadalajara  

30,58%

16,96%

Messico

Altre imprese

10,58%

0,00%

Le indagini in questione sono state avviate in seguito a una richiesta presentata dall’American Institute of Steel Construction Full Member Subgroup (Chicago, Illinois). Nel 2018, il valore dell’import di acciai strutturali da Canada, Cina e Messico ha raggiunto rispettivamente 722,5, 897,5 e 622,4 milioni di dollari.

I prodotti soggetti alle indagini sono attualmente classificabili nella Harmonized Tariff Schedule of the United States (HTSUS) alle sottovoci 7308.90.3000, 7308.90.6000 e 7308.90.9590, ma potrebbero rientrare anche le sottovoci 7216.91.0010, 7216.91.0090, 7216.99.0010, 7216.99.0090, 7222.40.6000, 7228.70.6000, 7301.10.0000, 7301.20.1000, 7301.20.5000, 7308.40.0000, 7308.90.9530 e 9406.90.0030.

La determinazione finale del DOC è prevista per il 24 gennaio 2020: se sarà positiva e l’International Trade Commission (ITC) verificherà l’esistenza di danni o la minaccia di danni da parte delle importazioni in questione, il dipartimento del commercio fisserà dazi antidumping. Se le determinazioni saranno negative, non sarà emessa alcuna tariffa. L’ITC dovrebbe presentare le sue conclusioni circa 45 giorni dopo le determinazioni finali del DOC.


Ultimi articoli collegati

Produzione industriale tedesca in calo tra settembre e ottobre

PWCS, esportazioni di carbone in ribasso tra ottobre e novembre

Produzione turca di metalli di base in lieve rialzo tra settembre e ottobre

Shagang Group costruirà un nuovo convertitore e un forno elettrico ad arco

USA: ulteriore rafforzamento dei prezzi dei coils a freddo