USA: l'Italia tra i principali esportatori di barre finite a freddo a giugno

martedì, 24 agosto 2021 11:38:55 (GMT+3)   |   San Diego
       

Secondo gli ultimi dati forniti dal Dipartimento del Commercio statunitense (DOC), nel mese di giugno di quest'anno le importazioni di barre finite a freddo negli USA si sono attestate a 10.778 tonnellate, in calo del 26,4% su base mensile ma in crescita del 10,5% rispetto a giugno 2020. In termini di valore, le stesse importazioni sono ammontate a 16,3 milioni di dollari, rispetto ai 20,2 milioni di maggio e ai 12,1 milioni di giugno 2020. 

Gli Stati Uniti hanno importato la maggior parte delle barre finite a freddo dal Canada, per un totale di 2.740 tonnellate, rispetto alle 2.969 tonnellate di maggio e alle 1.788 tonnellate di giugno 2020. Altre fonti di rilievo sono state la Germania con 1.657 tonnellate, la Spagna con 1.633 tonnellate, l'Italia con 1.145 tonnellate e la Turchia con 1.056 tonnellate.


Articolo precedente

Vergella, Cina: prezzi export ancora in ribasso

30 set | Lunghi e billette

Laminati mercantili, in calo i prezzi export dalla Turchia

30 set | Lunghi e billette

Acciai lunghi, Turchia: export scarso, prezzi del tondo in leggero aumento

30 set | Lunghi e billette

Romania, prodotti lunghi: prezzi al dettaglio in leggero aumento

30 set | Lunghi e billette

Cina, prezzi medi dell'acciaio in leggera flessione

30 set | Notizie

Usa, esportazioni di filo trafilato in calo a luglio

29 set | Notizie

Acciai lunghi: prezzi in leggero calo in alcuni paesi dell'UE, importazioni di vergella ancora competitive

29 set | Lunghi e billette

Turchia, export lunghi: attività assente, prezzi del tondo in leggero aumento

29 set | Lunghi e billette

Usa, import tondo: probabile discesa anche nel quarto trimestre

28 set | Lunghi e billette

Usa: import barre finite a freddo in aumento a luglio

27 set | Notizie