USA: importazioni di acciaio in calo su base annua a luglio

martedì, 27 agosto 2019 11:01:44 (GMT+3)   |   San Diego
       

A luglio di quest'anno le importazioni di acciaio negli Stati Uniti sono ammontate a 2.746.654 tonnellate, facendo registrare un calo dell'1,3% su base annua e un incremento del 48,5% rispetto al mese precedente. Questi i dati, ancora provvisori, che sono stati resi noti recentemente dal Dipartimento del Commercio USA. In termini di valore, le stesse importazioni si sono attestate a 2,39 miliardi di dollari, contro gli 1,81 miliardi di giugno 2019 e i 2,57 di luglio 2018. 

Sempre a luglio, le principali fonti di importazione per gli USA sono state il Brasile con 910.975 t, il Canada con 432.208 t, il Messico con 302.696 t, la Corea del Sud con 162.941 t e il Giappone con 79.750 t.

I prodotti siderurgici più importati sono stati: blume, billette e bramme (1.063.314 t), fogli e nastri zincati a caldo (190.960 t), OCTG (182.817 t), tubi condotte (145.026 t), coils laminati a caldo (413.214 t) e coils laminati a freddo (101.451 t). 

Secondo quanto comunicato dall'American Iron and Steel Institute (AISI), la quota dell'import di acciaio negli USA è stata pari a circa il 19% nel luglio di quest'anno, contro il 20% rilevato a giugno e il 21% registrato a luglio 2018. 


Ultimi articoli collegati

Vale aumenta il livello di rischio nella diga Sul Inferior

USA: rallenta la produzione di acciaio grezzo nell'ultima settimana

USA: prezzi degli zincati a caldo invariati ma potrebbero calare a febbraio

JSW rimanda il completamento dell'espansione produttiva a Dolvi

Billette, previsto un aumento delle vendite dall'Iran