USA: dazi antidumping e compensativi sull'import di acciai anticorrosione

mercoledì, 08 luglio 2020 15:12:42 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Il Dipartimento del Commercio USA (DOC) ha stabilito in via definitiva che i prodotti siderurgici resistenti alla corrosione (CORE) importati da Costa Rica ed Emirati Arabi ma realizzati da un substrato originario della Cina eludono i dazi antidumping (AD) e compensativi (CVD) attualmente in vigore sui prodotti in questione provenienti dalla Cina. Allo stesso tempo, il DOC ha determinato che i CORE esportati dal Guatemala non sono prodotti con substrato proveniente dalla Cina.

Di conseguenza, il Dipartimento del Commercio darà istruzione all’Ufficio delle dogane e della protezione delle frontiere degli Stati Uniti (CBP) di continuare a raccogliere i depositi in contanti sulle importazioni dei prodotti in questione originari del Costa Rica e degli Emirati Arabi con aliquote rispettivamente del 199,43% e 39,05%. Tali dazi saranno imposti sulle importazioni future e su eventuali volumi non sdoganati dal 12 agosto 2019, data di avvio delle indagini anti-elusione.

Nel frattempo, gli importatori e gli esportatori di merci di Costa Rica ed Emirati Arabi prodotte da substrato originario del loro paese o di un paese terzo hanno la possibilità di chiedere un'esenzione dai depositi in contanti certificando che il substrato ha avuto origine al di fuori della Cina.


Ultimi articoli collegati

Rottame, i prezzi USA toccano i 270 $/t CFR Turchia

Produzione statunitense di minerale ferroso in calo ad aprile

Emirati Arabi istituiscono un dazio sull'import di coils preverniciati e colorati

Turchia estende dazio provvisorio sulle importazioni di alcuni prodotti in acciaio

Rottame, prezzi in crescita nei recenti scambi USA-Turchia