USA: avviata indagine sull'aggiramento dei dazi sull'import di flange dalle Filippine

lunedì, 10 dicembre 2018 11:58:32 (GMT+3)   |   San Diego
       

L’Ufficio delle dogane e della protezione delle frontiere degli Stati Uniti (CBP) ha annunciato di aver avviato un’indagine su determinate importazioni di flange in acciaio inossidabile provenienti dalle Filippine, avendo il “ragionevole sospetto” che tali importazioni abbiano aggirato il dovuto pagamento dei dazi antidumping e compensativi.

Secondo il CBP, le flange in acciaio inox vendute da EN Corporation, produttore filippino conosciuto anche come Enlin Corporation, dovrebbe essere sottoposte agli stessi dazi antidumping e compensativi che vengono applicati nel caso dei prodotti cinesi. In base a quanto riscontrato, il CBP ha imposto misure provvisorie su determinati importatori di flange inox dalle Filippine, sottoponendo le importazioni a dazi antidumping e compensativi.

A inizio anno, erano stati emessi dazi fino al 400% sulle flange in acciaio inossidabile provenienti dall'India e dalla Cina. Le flange prodotte da EN Corporation erano risultate essere state forgiate in Cina e pertanto erano state sottoposte a dazi antidumping e compensativi che sono tuttora in vigore.


Ultimi articoli collegati

USA annunciano nuovi dazi su prodotti derivati dell'acciaio e dell'alluminio

JSW Steel, utile netto in diminuzione nei primi nove mesi dell'anno fiscale

Cina: prezzi di cromo e ferrocromo – settimana 4

In calo le importazioni statunitensi di tubi strutturali a novembre

Coils zincati a caldo, stabili le offerte indiane