Unione economica eurasiatica estende i dazi sull'import di tubi dall'Ucraina 

giovedì, 22 aprile 2021 12:24:07 (GMT+3)   |   Istanbul
       

A seguito di un riesame sull'import di tubi in acciaio provenienti dall'Ucraina, il consiglio di amministrazione della Commissione economica eurasiatica (UEE) ha dichiarato di aver deciso di estendere i dazi antidumping (AD) sui prodotti in oggetto fino al 7 febbraio 2022. 

Le misure antidumping sui prodotti in oggetto sono state istituite il 22 giugno 2011 e sarebbero scadute il 1° giugno 2021. 

La richiesta di un riesame era stata presentata dai principali produttori di tubi dell'UEE, che comprende Russia, Bielorussia, Kazakistan e Armenia. 

Secondo quanto dichiarato dall'UEE, «le informazioni presentate nella richiesta di indagine hanno consentito al dipartimento di trarre conclusioni preliminari in merito all'eventuale continuazione del dumping sull'import di tubi in acciaio dall'Ucraina e, conseguentemente, sui conseguenti danni nei confronti dell'economia dell'UEE». 


Ultimi articoli collegati

Metinvest, produzione di ghisa in crescita nel primo trimestre 

Ghisa, i produttori CIS riescono ad alzare i prezzi

Severstal acquisirà una partecipazione nel tubificio NVTZ

UE: confermato dazio antidumping sui tubi saldati da Cina, Russia e Bielorussia

Ghisa, i compratori internazionali riprendono ad acquistare