UE, nessun dazio compensativo provvisorio sui laminati a caldo turchi

martedì, 23 febbraio 2021 16:22:57 (GMT+3)   |   Istanbul,  Brescia
       

La Commissione europea ha deciso di non applicare alcun dazio compensativo (CVD) provvisorio sulle importazioni di determinati prodotti piatti laminati a caldo, di ferro, di acciai non legati o di altri acciai legati (HRC) originari della Turchia. Lo ha appreso SteelOrbis da fonti vicine alla Commissione Ue. 

L'indagine è iniziata lo scorso 12 giugno e i risultati definitivi della stessa sono attesi per il prossimo 10 luglio. 

Nel frattempo, il 6 gennaio 2021, la Commissione europea ha istituito un dazio antidumping provvisorio sulle importazioni del materiale in oggetto proveniente dalla Turchia, con aliquote che si attestano nel range del 4,8%-7,6%. La relativa inchiesta era iniziata il 14 maggio 2020. 


Ultimi articoli collegati

Turchia: importazioni di coils a caldo in forte crescita a marzo

Coils a caldo, boom delle esportazioni turche a marzo

Turchia: Habaş aumenterà la capacità di produzione di laminati a caldo

Esportatori turchi: i dazi UE sugli HRC sono il risultato delle pressioni dei produttori europei

UE: dazio antidumping definitivo sui coils a caldo turchi