UE: immatricolazioni a settembre in positivo per la prima volta dopo il coronavirus

lunedì, 19 ottobre 2020 12:08:47 (GMT+3)   |   Brescia
       

Settembre è stato il primo mese dall'inizio della crisi dovuta alla pandemia nel quale il mercato europeo dell'auto ha registrato il segno "più". Secondo quanto comunicato da ACEA (l'associazione europea dei costruttori di auto), nel mese di settembre sono state immatricolate nell'Unione europea 933.987 vetture, dato in crescita del 3,1% rispetto alle 906.197 unità immatricolate a settembre 2019.

Nel mese in oggetto, i quattro mercati principali hanno registrato risultati di diverso segno. L'Italia è il mercato che ha performato meglio con un +9,5%, seguito dalla Germania (+8,4%), dalla Francia (-3%) e dalla Spagna (-13,5%).

Nei primi nove mesi del 2020 la domanda di nuove autovetture nell'UE si è contratta del 28,8%. In totale, le vetture immatricolate sono state 7.057.839, quasi 2,9 milioni in mezzo in meno rispetto allo stesso periodo del 2019. Tra i quattro mercati principali dell’UE, la Spagna ha registrato il calo maggiore (-38,3%), seguita dall’Italia (-34,2%), dalla Francia (-28,9%) e dalla Germania (-25,5%).

Daniel Bettelli


Ultimi articoli collegati

Italia: mercato auto ancora in rosso a novembre

Anfia, Unrae e Federauto: «Senza incentivi il settore auto rischia di affondare»

UE: calo delle immatricolazioni di veicoli commerciali ad ottobre

Istat: a settembre produzione nelle costruzioni in calo su base mensile

Italia: immatricolazioni di veicoli commerciali in crescita a ottobre