UE: approvate le modifiche alle quote di salvaguardia

mercoledì, 11 settembre 2019 16:02:43 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Gli stati membri dell’UE hanno approvato le modifiche proposte dalla Commissione Europea alle misure di salvaguardia. L’incremento della quota annua per il periodo tra luglio 2019 e giugno 2020 sarà ridotto dal 5% al 3% a partire dal 1° di ottobre.

Un’altra importante modifica era prevista per i laminati a caldo che attualmente sono soggetti ad una quota globale. Sarà apportata una limitazione del 30% al contingente globale che ogni singolo paese esportatore può raggiungere in un trimestre durante il restante periodo nel quale saranno in vigore le misure. Per quanto riguarda l’export di tondo e vergella, la limitazione del 30% sarà applicata anche alla rimanente quota degli altri paesi quando la stessa sarà aperta nel corso dell'ultimo trimestre di ogni anno per tutti gli stati. La Turchia sarà la nazione maggiormente colpita dalle limitazioni su questi tre prodotti.

In una nota separata, la Commissione Europea ha riferito che quando un prodotto è soggetto a dazi antidumping o compensativi e ad un contingente tariffario, quest’ultimo, pari al 25%, sarà applicabile solo se gli altri dazi sono inferiori al 25%. Nel caso in cui i dazi antidumping/compensativi siano superiori al dazio tariffario oltre contingente, saranno riscosse sia la tariffa del 25% sia la differenza tra il dazio tariffario e l'aliquota antidumping/compensativa.


Ultimi articoli collegati

Minerale di ferro, prezzi al livello più basso da inizio settembre

Prezzi dei coils a caldo in discesa in Italia e in Nord Europa

Ucraina: export di semilavorati in diminuzione a settembre

Cresce l’export di lamiere in coils statunitense ad agosto

Prezzi della vergella ancora stabili a Taiwan