Ucraina: proteste dei minatori di KZhRK costringono al fermo delle attività

venerdì, 25 settembre 2020 17:08:20 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Il gruppo minerario Kryvyi Rih Iron Ore Industrial Complex (KZhRK), con sede nell'oblast' di Dnipropetrovs'k, ha dichiarato che è stato costretto a fermare la sua produzione di minerale di ferro e che dovrà congedare nel prossimo futuro parte dei propri dipendenti. Queste misure sono il risultato di numerose azioni di protesta da parte dei minatori durante le ultime tre settimane presso le miniere della società.

Secondo quanto dichiarato dall'azienda, una volta iniziata la protesta la direzione di KZhRK ha preso in considerazione tutte le misure possibili per risolvere la situazione, tuttavia non è stato possibile soddisfare tutte le richieste dei dipendenti. 

Nel memorandum firmato tra la direzione e i dipendenti, la società si è impegnata ad aumentare gli stipendi base del 10-25% a seconda delle posizioni dei lavoratori. Un ulteriore aumento di stipendio del 10% è stato preso in considerazione dal 1° ottobre. Tuttavia, tenuto conto che diversi minatori hanno continuato a portare avanti le azioni di protesta, la società ha deciso di fermare le attività a tempo indeterminato in modo da minimizzare le perdite, mantenere gli impianti ed evitare un impatto negativo sull’ambiente.


Ultimi articoli collegati

Ucraina: GOK aumenta la produzione di concentrato di minerale ferroso nei primi nove mesi

Ucraina: in calo la produzione di acciaio grezzo, ghisa e acciai finiti

ArcelorMittal Kryviy Rih, produzione in calo nei primi nove mesi dell'anno

Ucraina: export di minerale ferroso in aumento grazie alla Cina

India: NMDC riduce la produzione di minerale in aprile-settembre