Turchia: import di coking coal in forte crescita in gennaio-febbraio

lunedì, 19 aprile 2021 16:35:52 (GMT+3)   |   Istanbul
       

A febbraio di quest'anno la Turchia ha importato 511.608 tonnellate di coking coal, dato in crescita del 132,1% su base annua e in diminuzione del 22,1% su base mensile, secondo quanto comunicato dall'istituto di statistica turco. Il valore delle stesse importazioni è ammontato a 61,21 milioni di dollari, registrando una flessione del 18,4% su base mensile e una crescita del 117,4% su base annua. 

Nei primi due mesi dell'anno l'import turco di coking coal è ammontato a 1,17 milioni di tonnellate, registrando un aumento dell’80,6% su base annua. In valore, l'import è ammontato a 136,25 milioni di dollari, facendo segnare un incremento del 69%. 

Nello stesso periodo la Turchia ha importato coking coal dall’Australia per 487.699 tonnellate e dagli Stati Uniti per 313.171 tonnellate. 
Di seguito, i principali esportatori di coking coal in Turchia. 

Paese

Quantità (t)

 

 

 

 

 

 

Gen-feb 2021

Gen-feb 2020

Var. (%)

Feb 2021

Feb 2020

Var. (%)

Australia

487.699

-

-

244.065

-

-

USA

313.171

380.818

-17,76

150.310

76.582

96,27

Canada

213.102

170.860

24,72

117.233

82.863

41,48

Russia

95.017

34.086

178,76

-

-

-

Colombia

59.026

61.025

-3,28

-

61.025

-


Ultimi articoli collegati

Turchia: importazioni di coils a freddo in diminuzione a marzo

Turchia: importazioni di coils a caldo in forte crescita a marzo

Rottame, boom delle importazioni turche a marzo

Turchia: importazioni di minerale di ferro in crescita nei primi due mesi dell’anno

Turchia: cala l'import di ghisa in gennaio-febbraio